rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca

“Devi andare allo sportello e caricare i soldi”, novarese truffato al telefono: rubati 500 euro

Il fatto è avvenuto lo scorso 2 gennaio in provincia di Novara

Mette in vendita online un vecchio cerchione di un’auto a 20 euro e viene truffato al telefono: sottratti 500 euro. È successo lo scorso 2 gennaio a una persona di 59 anni residente in provincia di Novara.

L’uomo, che mesi fa aveva messo online su un noto sito di vendite il cerchione di un’auto, ha ricevuto una telefonata nel tardo pomeriggio di domenica 2: “Era una persona interessata all’acquisto, - racconta un’amica – non si è presentata ma ha riferito di abitare lontano, in Val D’Aosta, chiedendo di poter effettuare il pagamento tramite Postepay”. L’uomo ha cercato di trovare soluzioni, come il pagamento tramite bonifico, ma il truffatore lo ha convinto a uscire di casa.

“Aveva una voce molto suadente, che gli è entrata praticamente in testa” prosegue nel racconto. Il truffatore ha detto alla vittima che avrebbe dovuto caricare 250 euro tramite lo sportello automatico postamat su una postepay di cui gli aveva fornito il numero. La sua voce convincente ha portato l'uomo a credergli e quindi a compiere l'operazione: “Ha eseguito tutte le indicazioni, dopo aver digitato la cifra però ha avuto un attimo di lucidità per cui ha annullato il tutto, ma la persona dall’altra parte, - prosegue l’amica – lo ha tenuto al telefono 35 minuti per convincerlo, quasi piangendo al telefono e ci è riuscito”. L’uomo ha caricato 250 euro e poi, sempre su richiesta, altri 250 per un totale di 500 euro rubati.

Al termine la linea telefonica è caduta e chi ha chiamato non si è più fatto trovare. “Abbiamo fatto denuncia ai carabinieri, ci hanno spiegato che non è il primo caso, sono persone che si fingono interessate e poi rubano i soldi in questo modo. Al di là dell’aspetto economico è una situazione che fa rimanere molto male e il racconto potrebbe essere di aiuto ad altre persone”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Devi andare allo sportello e caricare i soldi”, novarese truffato al telefono: rubati 500 euro

NovaraToday è in caricamento