menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le vittime erano tutte anziane (foto di repertorio)

Le vittime erano tutte anziane (foto di repertorio)

Truffe telefoniche da tutta Europa, la base era a Novara

Scoperta dai carabinieri un'organizzazione criminale che ha perpetrato truffe per 50mila euro ai danni di pensionati

Telefonavano agli anziani facendo credere di essere un parente e li convincevano a consegnare soldi e gioielli a un complice.

I carabinieri di Verbania hanno sgominato una banda internazionale dedita a questo tipo di truffe. Le chiamate partivano dalla Germania e dalla Polonia: i "telefonisti" riuscivano a carpire al malcapitato anziano di turno le informazioni necessarie e poi lo convincevano di essere un nipote o un parente in grave difficoltà economica. A quel punto un complice si recava dalla vittima per farsi consegnare denaro o gioielli. 

I militari hanno arrestato i due che si occupavano della "riscossione": si tratta di D.K., di 38 anni, e A.L., di 29 anni, entrambi residenti a Novara. Proprio da Novara partivano per andare a ritirare "l'auito economico" che gli anziani offrivano al sedicente parente. Le truffe fino ad ora scoperte sono state perpetrate a Cerano, Domodossola, Baveno, Valduggia, Settimo Milanese, San Giuliano Milanese e Silvano Pietra (Pavia), per una cifra totale di 50mila euro.

Non è stato invece possibile identificare i telefonisti in quanto si trovano all'estero. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Economia

    Dopo Borgomanero, McDonald's arriva anche a Oleggio

  • Attualità

    Coronavirus, come procedono i vaccini in Piemonte?

Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento