Novara, la polizia locale arriva per un Tso e scopre un chilo di marijuana

L'uomo ha opposto resistenza agli agenti anche con due coltelli

La droga sequestrata

Un intervento per un Trattamento sanitario obbligatorio che finisce con un sequestro di marijuana.

Nella giornata di ieri, lunedì 19 ottobre, la polizia locale di Novara stava procedendo ad un Tso nei confronti di un cittadino italiano, di circa trent'anni, nella sua abitazione. Alla vista degli agenti, il trentenne è sembrato molto agitato: ha iniziato ad offendere il personale presente e a minacciarlo impugnando due coltelli, trincerandosi all'interno della sua abitazione. Gli agenti sono riusciti, nonostante i tentativi di resistenza, a disarmarlo e ad eseguire il Trattamento sanitario obbligatorio.

Stupiti da tale resistenza, gli agenti hanno ispezionato l'appartamento trovando in bella vista appoggiati sul mobile dei sacchetti contenenti marijuana dal peso complessivo di circa 1 chilogrammo, un bilancino per pesarla e una pipa ad acqua per fumarla. L'uomo è stato denunciato per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e spaccio di sostanza stupefacenti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Cirio: "Piemonte in zona arancione", ma gli ospedali sono al limite e non si fanno tamponi agli asintomatici

  • Coronavirus, l'ospedale Maggiore di Novara deve aprire un nuovo reparto di terapia intensiva

  • Coronavirus, il Piemonte resta in zona rossa: prorogate al 3 dicembre tutte le misure di contenimento

  • Coronavirus, a Novara tamponi rapidi a pagamento nel parcheggio dell'ex Sporting: come prenotarli

  • Coronavirus, 6 persone positive al covid decedute all'ospedale di Novara in 24 ore

  • Coronavirus: +2641 casi in Piemonte, a Novara ricoveri in risalita

Torna su
NovaraToday è in caricamento