rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Cronaca Centro / Via Generale Ettore Perrone, 18

Università: il Nobel per la chimica 2010 docente d'eccezione per l'"Avogadro"

Il giapponese Ei-ichi Negishi sarà a Novara mercoledì 26 ottobre per una lectio magistralis aperta al pubblico. L'evento è inserito nel programma dell'Anno Internazionale della Chimica; l'appuntamento è alle ore 15 nell'aula magna del Complesso Universitario Perrone

Sarà una lezione davvero speciale, quella in programma per mercoledì prossimo presso l'Università del Piemonte Orientale a Novara.

Ospite d'eccezione, infatti, è il premio Nobel per la chimica 2010, lo studioso giapponese Ei-ichi Negishi, che terrà una lectio magistralis, aperta al pubblico, dal titolo “Magical Power of d-block Transition Metal Catalysis for a Prosperous and Sustainable World in the 21st Century and Beyond”.

L’evento, inserito nel programma dell’Anno Internazionale della Chimica, si terrà nell’aula magna del Complesso Universitario Perrone, in via
Perrone 18, alle ore 15.

A coordinare l'importante appuntamento è la professoressa Fabiola Sinigaglia, direttore del Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale, che ha potuto organizzare l'incontro grazie al contributo della Compagnia di San Paolo all’interno del programma di internazionalizzazione della SAF (Scuola di Alta Formazione) dell’Ateneo “Avogadro”.

Ei-ichi Negishi insegna Chimica organica negli Stati Uniti, presso il Dipartimento di Chimica della Purdue University, nello stato dell’Indiana. I suoi studi, relativi allo sviluppo delle reazioni “cross-coupling” catalizzate da Palladio, che permettono la sintesi efficiente di molecole organiche  complesse, gli sono valsi il Premio Nobel per la Chimica nell’anno 2010, insieme allo statunitense Richard F. Heck e al giapponese Akira Suzuki.

Attraverso lo studio degli atomi di carbonio, Negishi e i suoi colleghi hanno messo a punto un metodo di “accoppiamento” usato in medicina per produrre farmaci antivirali, in agricoltura per proteggere i raccolti dalle malattie e in elettronica per realizzare i led organici che sono a fondamento degli schermi ultrapiatti.

"Novara e la chimica formano un binomio inscindibile – spiega la professoressa Sinigaglia – sin dagli anni ’50, quando Giacomo Fauser e Guido Donegani vi crearono centri di ricerca che, ancora oggi, costituiscono un tratto distintivo della città e della sua storia industriale. Con la lectio  magistralis del professor Negishi, studioso tra i più autorevoli della ricerca internazionale, l’Ateneo dona ai suoi studenti, a Novara e a tutto il territorio, un evento culturale e scientifico di rilevanza assoluta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università: il Nobel per la chimica 2010 docente d'eccezione per l'"Avogadro"

NovaraToday è in caricamento