Sabato, 12 Giugno 2021
Cronaca

Novara, quando l'innovazione fa cultura: la visita alla Cupola diventa interattiva

Parte domani il nuovo allestimento multimediale e interattivo per la visita al monumento simbolo della città. Un viaggio tutto nuovo all'interno di una Cupola che sembra prendere vita

A Novara la cultura incontra la tecnologia e diventa innovativa. A partire da domani, infatti, sarà possibile aggiungere un brivido di tecnologia alla visita della Cupola della Basilica di San Gaudenzio di Novara.

Grazie ad un progetto del Comune e della Fondazione Amici della Cattedrale di Novara, in collaborazione con la Fabbrica Lapidea, Frida e Muse hanno realizzato un nuovo allestimento multimediale e interattivo per la visita, finanziato grazie a Compagnia di San Paolo nell'ambito del progetto 800 Novarese.

Un viaggio tutto nuovo che riesce a rendere l'opera "viva". E il progetto si chiama proprio "Viva la Cupola" e offre ai novaresi un nuovo modo di scoprire il capolavoro dell'Antonelli, che rende la visita del monumento simbolo della città ancora più interessante e divertente.

"Prosegue la riscoperta di questo complesso che tutti sanno che esiste ma nessuno conosce veramente - ha commentato il sindaco Andrea Ballarè - un complesso che deve diventare il luogo che tutti quelli che vengono a Novara devono visitare. Oggi lo abbiamo dotato della tecnologia necessaria a raccontarlo; un passo in avanti importante per la città".

La nuova visita parte dalla Sala del Compasso, dove grazie all'installazione di grandi monitor dotati di schermo digitale è possibile consultare brevi video esplicativi realizzati ad hoc per rendere immediata e interessante la storia dentro l'edificio.L'uso di un allestimento ad alto contenuto tecnologico si estende alla presenza di campane sonore che contengono l'audio della spiegazione in un'area circoscritta, senza disturbare gli altri visitatori.

Sempre nella Sala del Compasso, poi, grazie ad un gioco di luci e di stampe è possibile comprendere meglio l'uso del compasso utilizzato nel cantiere per disegnare ogni parte della Cupola. Il visitatore entra nel fascio di luce e modifica con la sua presenza la proiezione, rendo appunto la cupola viva.

La vera sorpresa del percorso, però, è nei cubi di vetro del transetto, che diventano parte fondamentale della visita. Nel primo sarà possibile volare sopra alla Cupola grazie a dei visori con cui effettuare una visita virtuale che fa fluttuare il visitatore dal centro del monumento al suo esterno, planando sui tetti di Novara, vivendo una prospettiva del tutto nuova dell'edificio e della città. Questo grazie ad un filmato immersivo a 360 gradi realizzato da Os3 Srl, che partendo dal progetto originale dell'Antonelli ha ridisegnato fedelmente in 3D la Cupola e, attraverso numerosi sopralluoghi, ha riprodotto tutti i materiali utilizzati.

Il secondo cubo è invece dedicato alla visione del documentario intitolato "Antonelli e la sua Cupola", in cui grazie ai progetti originali e alle immagini di archivio, unite alla spiegazione dei fabbricieri e alla fiction sull'Antonelli girata per la città di Novara si può avere una visione moderna, dinamica ed esaustiva della storia della cupola.

"Qualcosa sta cambiando in questa città - ha sottolineato l'assessore alla Cultura Paola Turchelli - oggi Novara è un luogo dove ci si ferma e non più solo di passaggio. L'obiettivo di questo progetto è dare un'opportunità diversa di visita, di fruizione della Cupola".

Ma non è finita qui: questo nuovo allestimento è soltanto il primo step, in programma c'è anche la realizzazione nella Sala Moroni del punto di accoglienza da cui far partire la visita alla Cupola, con un percorso tutto nuovo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novara, quando l'innovazione fa cultura: la visita alla Cupola diventa interattiva

NovaraToday è in caricamento