La ricetta dei Brutti ma buoni

Prodotti per la prima volta nel lontano 1869 a Borgomanero, si confezionano mescolando l'albume montato con mandorle, zucchero e profumando con vaniglia

I Brutti ma buoni si confezionano mescolando l'albume montato con mandorle, zucchero e profumando con vaniglia. Questi dolci vennero prodotti per la prima volta nel lontano 1869 a Borgomanero.

Ecco la ricetta tradizionale per prepararli a casa.

Occorre: 250 grammi di nocciole; 300 grammi di zucchero a velo; 5 albumi; burro per ungere la placca.

Dopo aver tostato le nocciole in forno, liberarle della pellicina e tritarle grossolanamente. In una casseruola ampia montare a neve gli albumi, quindi unire il trito delle nocciole e lo zucchero a velo. A questo punto, passare su fiamma docile e, mescolando di continuo, amalgamare il composto.

Sopra la placca imburrata, disporre mucchiettini dell'impasto, distanziati tra loro. Passare quindi in forno a 140°-160° C e lasciare cucinare per circa 25 minuti.

Variante: è possibile preparare l'impasto lavorando lo stesso quantitativo di zucchero e di nocciole.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Novara, aereo vola basso sulla città: ecco il perchè

  • Coronavirus, da domenica il Piemonte è zona arancione: cosa è consentito fare

  • Incidente sul lavoro a Novara: morto un operaio di 36 anni

  • Coronavirus, Cirio: "Per l'1 o il 3 dicembre il Piemonte sarà in zona arancione"

  • Bambino di 4 anni colpito al volto dal calcio di un cavallo

  • Nuovo Dpcm Natale 2020: le regole allo studio per pranzi, cene e parenti

Torna su
NovaraToday è in caricamento