La ricetta della paniscia novarese

La paniscia è un piatto tipico della cucina novarese. Ogni famiglia ha la propria ricetta. Oggi ve ne proponiamo una versione

Quale modo migliore per festeggiare il san patrono della città se non con un piatto tutto novarese?

Ogni nonna prepara la paniscia in modo diverso. Le ricette sono moltissime, tutte diverse e tutte molto gustose. Ecco una delle tante possibili versioni per quattro persone

350 gr. di riso

200 gr. di fagioli borlotti 

350 gr. di verza

1 carota

1/2 cipolla media

2 coste di sedano

50/60 grammi di cotenne di maiale

80 grammi di lardo

25 grammi di burro

1 salam d'la duja

1/2 bicchiere di vino rosso

sale q.b.

Fate scottare le cotenne, tagliate a listerelle in acqua bollente per qualche minuto. Mondate e lavare tutte le verdure. Spezzettate le foglie di verza e tagliare a pezzettini il sedano e la carota. Mettete i fagioli in una pentola con tutte le verdure e le cotenne. Aggiungete l'acqua e un po' di sale.Tritare la cipolla con il salame. Mettere in una casseruola il burro e il lardo, unite il salame e la cipolla e lasciare rosolare a fuoco basso per dieci minuti. Mescolando unite il riso, fatelo insaporire, quindi sempre mescolando aggiungete il vino e lasciatelo evaporare. Continuate la cottura del riso unendo poco alla volta il brodo e le verdure cotte e continuare a mescolare con il cucchiaio di legno fino a che il riso sarà cotto. Togliete dal fuoco e lasciare riposare per cinque minuti prima di disporlo sul piatto di portata. 

Buon appetito!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Trecate: muore travolto dal treno

  • Novara, in arrivo un nuovo parco commerciale alla Bicocca con supermercato e fast food

  • Concorso di Natale di Esselunga, vinte 3 Mini tra novarese e Vco: i numeri e i codici vincenti

  • Incidente a Novara: schianto tra due auto all'incrocio, un ferito

  • Novara, non è più idoneo a detenere armi: la polizia gli sequestra 9 pistole e 2 fucili

  • Tariffa puntuale: la nuova differenziata arriva anche in altre zone di Novara

Torna su
NovaraToday è in caricamento