Martedì, 26 Ottobre 2021
Cucina

Tapit, il dolce di Carnevale tipico di Oleggio

Piccoli e deliziosi biscottini, i Tapit sono il dolce di Carnevale tipico di Oleggio. Riscoprimone insieme la leggenda e la ricetta

Così chiamati per la loro forma di piccoli tappi o bottoni, i Tapit sono i dolci tipici del Carnevale oleggese.

La leggenda vuole che Pirìn, la maschera di Oleggio, fece impastare dalla moglie Majìn dei Tapit all'arsenico per avvelenare il duca di Milano Bernabò Visconti, per ripagarlo delle torture inflitte al popolo oleggese. Tuttavia, il duca, insospettito, fece assaggiare i dolci prima ai suoi cinquemila cani che vivevano insieme a lui nel castello. Pirìn, nonostante l'inganno riservato al duca, riuscì a salvarsi grazie all'arrivo della Compagnia Bianca, venuta ad invadere gli Stati dei Visconti su ordine del marchese del Monferrato Giovanni II. 

Ma adesso, riscopriamone insieme la ricetta.

Ingredienti

  • 500 gr di farina di tipo "0"
  • 500 gr di zucchero semolato
  • 140/150 gr di acqua
  • 4 gr di ammoniaca per dolci

Procedimento

Mescolate insieme tutti gli ingredienti, fino ad ottenere un impasto abbastanza duro. 

A questo punto su un piano di lavoro, formate delle strisce lunghe e sottili. Tagliate con un coltello delle piccole palline, poco più grandi di una nocciola. Disponete le palline su una teglia da forno, avendo cura di appiattirle un poco, se preferite rivestita con carta da forno, e fate cuocere i Tapit in forno caldo, 160 C° per circa 10-12 minuti. Il risultato saranno dei biscottini leggeri e croccanti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tapit, il dolce di Carnevale tipico di Oleggio

NovaraToday è in caricamento