menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'assessore regionale all'Innovazione Matteo Marnati

L'assessore regionale all'Innovazione Matteo Marnati

Coronavirus, dalla Regione 10 milioni a fondo perduto per l'innovazione delle Pmi

Da 20mila a 200mila euro per l'ammodernamento delle aziende e da 1500 a 10mila euro per la certificazione dei Dpi. Marnati: "Passo in avanti per far ripartire il Piemonte"

Tra gli strumenti che la Regione Piemonte mette in campo a favore del sistema produttivo per affrontare la crisi economica dovuta all'emergenza sanitaria legata al coronavirus, c'è anche lo stanziamento di 10 milioni di euro per le imprese che acquisiscono servizi specialistici e qualificati per la ricerca e innovazione da parte delle Infrastrutture di Ricerca pubbliche e private (Ir).

"Abbiamo attivato questo importante intervento - ha spiegato l’assessore regionale alla Ricerca e Innovazione Matteo Marnati - per aiutare le imprese a sostenere le spese per migliorare e testare i propri prodotti, principalmente in ambito sanitario per contrastare il contagio del virus ma anche in altri settori. Un altro passo avanti per far ripartire il Piemonte".

La misura comprende due linee di sostegno: 1 milione di euro alla linea di intervento "Emergenza Covid-19", orientata al rimborso totale delle spese sostenute per la sperimentazione e dichiarazione di conformità di dispositivi medici e di protezione individuale (Dpi); 9 milioni di euro per l’acquisizione di servizi qualificati e specialistici di supporto alla ricerca, sviluppo e innovazione, finalizzati ad accrescere il grado di innovazione tecnologico delle Pmi.

La prima linea prevede l'erogazione di un contributo, a fondo perduto, da 1500 euro fino ad un massimo di 10mila euro, a copertura del 100% dei costi sostenuti dalle Pmi per la dichiarazione di conformità di dispositivi medici di protezione individuale (quali mascherine e camici da laboratorio) e per la produzione dei tamponi per i test di positività del Covid-19. Per la seconda linea è previsto un finanziamento a fondo perduto, da un minimo di 20mila a un massimo di 200mila euro, a copertura massima del 70% delle spese ammissibili.

Tutte le informazioni sono disponibili sul sito di Finpiemonte.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Verbano Cusio Ossola

Valanga all'Alpe Devero, neve e detriti devastano il Lago delle Streghe

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento