Giovedì, 16 Settembre 2021
Economia

Novara, taglio del nastro per il nuovo centro Amazon: il magazzino di Agognate è ufficialmente operativo

Il nuovo centro di distribuzione ha stoccato oggi il suo primo prodotto: un libro per bambini

Taglio del nastro, nella mattinata di oggi, lunedì 6 settembre, per il nuovo centro di distribuzione Amazon a Novara: il magazzino di Agognate, operativo da oggi, è il settimo centro di distribuzione aperto da Amazon in Italia.

La struttura prevede la creazione di 900 posti di lavoro a tempo indeterminato entro i prossimi tre anni. Il nuovo centro di distribuzione ha stoccato oggi il suo primo prodotto: un libro per bambini.

"Siamo felici di confermare la nostra volontà di continuare ad investire nel Paese con l’apertura del nostro settimo centro di distribuzione in Italia - ha commentato Salvatore Schembri Volpe, responsabile di Amazon Italia Logistica -. Abbiamo investito molto in questi dieci anni, raggiungendo i 12.500 dipendenti a tempo indeterminato a cui offriamo un livello di retribuzione tra i più alti del settore oltre a un rilevante pacchetto di benefit fin dal primo giorno, in un ambiente di lavoro sicuro, moderno e inclusivo. Il nostro impegno però non si esaurisce qui. Grazie al dialogo costante e costruttivo con le istituzioni locali, cerchiamo sempre di individuare iniziative che possano dare un supporto concreto al territorio. Questa volta siamo orgogliosi di poter contribuire alla realizzazione di una nuova area giochi che doneremo al comune di Novara, costruita seguendo i principi di sostenibilità e inclusività".

Il nuovo parco giochi, aperto a tutta la cittadinanza, sorgerà nell’area Parco Ferrovie Nord: la nuova area giochi sarà realizzata seguendo i fondamentali criteri di sostenibilità, un esempio su tutti è la scelta di utilizzare materiali riciclati per la pavimentazione. Peculiarità del nuovo progetto di riqualificazione urbana è inoltre la piena accessibilità anche per i bambini e, più in generale, tutte le persone diversamente abili.

"Questo è un esempio virtuoso di sviluppo sostenibile - ha commentato l’assessore regionale all’Ambiente e Innovazione Matteo Marnati - che coniuga l’innovazione con l’esigenza, non più procrastinabile, di mettere in atto azioni concrete per contrastare il cambiamento climatico. Ne è la prova non solo l’utilizzo di sistemi per il risparmio energetico e l’incentivazione della mobilità sostenibile ma anche la particolare attenzione per l’ambiente circostante, al suo equilibrio, alla tutela dell’ecosistema, che prevede la creazione di un vero e proprio 'polmone verde' con la piantumazione di migliaia di alberi e la creazione di barriere vegetali a protezione della fauna. Solo coniugando in modo armonico ambiente e sviluppo economico potremo costruire un futuro sostenibile per le nuove generazioni".

"L’apertura dell’attività di Amazon presso il polo logistico di Agognate - ha dichiarato il sindaco di Novara Alessandro Canelli - costituisce un elemento positivo per la città e per il nostro territorio. Innanzitutto perché la presenza di Amazon porta nuova occupazione dando, in un momento in cui c’è grande necessità di nuovi posti di lavoro, un po’ di ossigeno dopo così tanti mesi di difficoltà economiche e sociali. Inoltre, come per altri insediamenti che arriveranno in città, sono state previste compensazioni ambientali nelle aree limitrofe, con la disponibilità, da parte dell’operatore di sostenere progetti che riguardano la città e in modo particolare il verde pubblico. Il tutto peraltro nell’ambito di una grande opera di riqualificazione in prossimità del casello autostradale di Novara Ovest".

I dipendenti del centro Amazon di Novara saranno assunti al quinto livello del Contratto nazionale del trasporto e della logistica con un salario d’ingresso pari a 1.550 euro lordi, tra i più alti del settore, e numerosi benefit che includono sconti per i dipendenti su Amazon.it e un’assicurazione integrativa contro gli infortuni.

Il sito di Novara è il quinto centro di Amazon in Piemonte, e si unisce a quelli di Vercelli e Torrazza Piemonte, insieme ai depositi di smistamento di Brandizzo e Grugliasco, anch’essi in provincia di Torino. Attualmente Amazon nella regione raggiunge 2.400 dipendenti.

.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novara, taglio del nastro per il nuovo centro Amazon: il magazzino di Agognate è ufficialmente operativo

NovaraToday è in caricamento