menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carrefour Borgomanero, la situazione attuale

Tutti i dipendenti non potranno essere riassorbiti dai centri vicini. Per loro l'alternativa potrebbe essere spostarsi verso Sud. C'è ancora speranza per la cassa integrazione

La situazione è grave. Un centinaio di persone ad aprile rimarranno senza lavoro.

Nonostante lo scorso sabato 28 gennaio i dipendenti di Carrefour abbiano scioperato, l'azienda francese ha intenzione di chiudere la filiale borgomanerese. Da qui alla primavera si farà il possibile per poter ricollocare più lavoratori possibili e dar loro, nel limite del possibile, qualche garanzia.

Il sindacalista di Filcams Cgil di Novara Alonzo Testaverde, che si sta occupando da vicino della vicenda, ha chiesto aiuto anche all'onorevole Franca Biondelli e al sindaco di Borgomanero Anna Tinivella.

“Lo sciopero ha registrato una partecipazione pressochè totale - conferma Testaverde  - ci sono 56 famiglie che rischiano di rimanere per strada, non c’è possibilità di ricollocarle in zona poiché i punti vendita vicini non navigano in buone acque. Potrebbero uscire massimo una decina di posti. ai lavoratori potrebbe essere chiesto di andare verso Sud. Non sono previsti altri scioperi, dobbiamo coordinarci con la situazione nazionale poichè è stata aperta la procedura di mobilità che coinvolge 30 punti vendita a livello nazionale - conclude il sindacalista - probabilmente ci potrà essere l’utilizzo della cassa integrazione straordinaria, anche se dal 2012 con la legge Fornero è stata tolta per le chiusure".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Galliate, ponte sul Ticino chiuso per lavori per tutta l'estate

Attualità

Novara, vaccini anti covid al centro di Piazza Donatello

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento