rotate-mobile
Sabato, 25 Maggio 2024
Economia

Imprese femminili nel novarese: quelle giovanili sono in crescita

Secondo i dati della Camera di Commercio di Novara, nel 2011 si ferma il ritmo di crescita (stabile al +0,1%), ma aumentano le società di capitali e le imprese giovanili superano la media provinciale

E' stato un 2011 all’insegna della stabilità quello delle imprese femminili novaresi, che a fine dicembre hanno registrato una variazione annua del +0,1%, risultato in linea con la media regionale (+0,3%).

Secondo i dati della Camera di Commercio di Novara, le imprese femminili novaresi registrate ammontano a 7.443, il 23,2% delle imprese provinciali, quota in linea con quella italiana (23,5%) e leggermente inferiore a quella piemontese (24%). Tra le imprese “rosa” si contano inoltre 561 imprese straniere e 1.021 “under 35”.

"Le difficoltà che hanno colpito il nostro tessuto produttivo - ha commentato il presidente dell'Ente camerale Paolo Rovellotti - emergono con ancora maggior evidenzia dall’andamento demografico delle imprese femminili. Non mancano, tuttavia, dati positivi, come la crescita delle società di capitali e una quota di imprese giovanili superiore alla media provinciale. L’imprenditorialità femminile rappresenta una risorsa strategica, ma spesso non adeguatamente valorizzata: per questo abbiamo istituito, attraverso il nostro Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile e in collaborazione con la provincia di Novara, un premio riservato alle imprese femminili novaresi che si siano particolarmente distinte per iniziative a favore dell’economia del territorio e che verrà abreve presentato".

Dall’indagine si sono riscontrate dinamiche più favoreli per le società di capitali, cresciute del +4,7% rispetto al 2010, così come per le altre forme. Appare
negativa, invece, la performance delle società di persone (-2,3%), mentre si mantengono stabili le imprese individuali, che rappresentano quasi il 60% delle
imprese femminili provinciali
, distaccando di gran lunga le società di persone (25,1% delle preferenze) e le società di capitali (13,1%).

Le imprese femminili novaresi, poi, si concentrano prevalentemente nel commercio e negli altri servizi, scelti in misura maggiore rispetto al totale delle
imprese novaresi (77,9% delle imprese attive femminili contro il 59,4% di quelle provinciali). Decisamente più contenuta, però, appare la presenza di imprese femminili nelle costruzioni (4,6% contro il 19,8% provinciale), mentre le quote dell’industria in senso stretto e dell’agricoltura risultano più allineate ai dati complessivi.

È il terziario, inoltre, a evidenziare le variazioni annuali più significative delle imprese femminili registrate, sebbene il commercio arretri del -0,9%. Ad aumentare sono anche le costruzioni, che mettono a segno un +4,5% rispetto al 2010, mentre le manifatture si mantengono stazionarie e l’agricoltura diminuisce del -3,3%.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imprese femminili nel novarese: quelle giovanili sono in crescita

NovaraToday è in caricamento