Incoming “Food&Wine”: visite aziendali e incontri b2b tra operatori stranieri e imprese locali

L’iniziativa organizzata da E.V.A.E.T.

Una ricca agenda di appuntamenti, ben una settantina, quella che attende oggi gli operatori stranieri giunti da Israele, Svizzera, Spagna e Portogallo per incontrare le imprese delle province di Novara, Biella e Vercelli operanti nel settore food&wine.

Il programma dell’incoming, organizzato da E.V.A.E.T. su incarico della Camera di Commercio di Novara, prevede nella giornata odierna, venerdì 29 marzo, lo svolgimento di incontri d’affari presso la sede camerale.

Sabato 30, invece, i buyer del comparto alimentare si recheranno a visitare gli stabilimenti produttivi della Latteria Sociale di Cameri, di Luigi Guffanti ad Arona e della Cascina San Maiolo a Novara, mentre gli operatori del vino parteciperanno ai seminari tecnici e al walk around tasting organizzati nell’ambito della manifestazione Taste Alto Piemonte, di cui la Camera di Commercio è partner istituzionale.  

Domenica 31 marzo le visite continueranno con tappa alle aziende Valle Roncati di Briona e Cantinoteca dei Prolo di Fara Novarese, mentre nel pomeriggio gli operatori si aggreggeranno al tour organizzato a Ghemme nell’ambito di Taste Alto Piemonte.   

Sedici le imprese del territorio che hanno aderito all’iniziativa e per le quali gli operatori esteri hanno manifestato il proprio interesse: Azienda Agricola Enrico Crola, Cantine Colli Novaresi, Cantinoteca dei Prolo, Cascina Canta, Cascina San Maiolo, Cassina Pietro, Centovigne, Elisa Food Srl, Fontechiara, Latteria Sociale di Cameri, Luigi Guffanti 1876, Madonna dell’Uva, Pasticceria Aliverti, Sebastiani Alberto, Rovellotti Viticoltori in Ghemme e Vigneti Valle Roncati.

«Il settore del food&wine sta conoscendo un grande sviluppo e in questo ambito il  nostro Paese possiede un posizionamento di prim’ordine a livello internazionale, grazie alla qualità e alla ricchezza delle sue produzioni – commenta Gianfredo Comazzi, presidente dell’E.V.A.E.T. – L’Italia conta infatti 822 prodotti DOP, IGP, STG registrati a livello europeo su 3.036 totali nel mondo. Nel 2018, inoltre, il settore food nazionale ha sfiorato i 7 miliardi di valore alla produzione e 3,5 miliardi all’export, mentre il comparto wine ha raggiunto gli 8,3 miliardi alla produzione e i 5,3 miliardi all’export.

Obiettivo di questa iniziativa – continua Comazzi – è quello di consentire agli operatori stranieri di conoscere le eccellenze enogastronomiche dell’Alto Piemonte, spesso meno conosciute all’estero dei prodotti italiani più tradizionalmente noti, entrando direttamente in contatto con i produttori locali e facendo toccar loro con mano la serietà e la qualità delle nostre produzioni».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la richiesta dei medici agli avvocati: "Fermate la pubblicità delle consulenze gratuite per azioni contri i dottori"

  • Coronavirus, le previsioni: quando potrebbero azzerarsi i contagi a Novara e in Piemonte

  • Coronavirus, in Piemonte prorogata l'ordinanza con più restrizioni: no attività sportiva e passeggiate

  • Coronavirus, Cirio: "Ordinanza in Piemonte prorogata fino al 14 o al 20 aprile"

  • Coronavirus, in arrivo i buoni spesa: chi ne ha diritto e come richiederli a Novara

  • Coronavirus, morto infermiere novarese di 51 anni: aveva quattro figli

Torna su
NovaraToday è in caricamento