Carrefour, revisione dei supermercati: a Novara a rischio 10 posti di lavoro

Ad essere interessato dalla procedura di licenziamento collettivo, il punto vendita di viale Giulio Cesare La denuncia della Fisascat Cisl Piemonte Orientale

Il Carrefour di viale Giulio Cesare a Novara

Sono dieci i posti di lavoro a rischio al Carrefour di viale Giulio Cesare a Novara. La denuncia arriva dalla Fisascat Cisl Piemonte Orientale, che in una nota stampa fa sapere che l'azienda ha annunciato una nuova procedura di licenziamento collettivo che riguarda 580 dipendenti attualmente impiegati presso 32 ipermercati Carrefour dislocati in varie regioni. Tra questi, rientra anche il punto vendita di Novara, dove ci sarebbero 10 esuberi su un organico di 85 lavoratori.

"Carrefour, sia pure in maniera generica, ha rassegnato le linee portanti di un piano di ristrutturazione - ha spiegato Mattia Rago di Cisl Piemonte Orientale - che prevede, oltre alla riduzione delle superfici di vendita in 5 ipermercati ed azioni tese a realizzare condizioni di sostenibilità gestionale nei restanti 27 supermercati coinvolti nella procedura di licenziamento collettivo, tre distinti interventi sulla componente commerciale rappresentati da: rivisitazione assortimento (per mezzo di una semplificazione degli stessi); riposizionamento dei prezzi (sia sul continuativo che in termini di promozioni); sviluppo del prodotto a marchio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Al netto di ogni valutazione di merito e di opportunità sulle scarne informazioni rese riguardo alle caratteristiche ed alla portata di tale modello - ha aggiunto Rago - le organizzazioni sindacali hanno esternato la loro netta contrarietà a condividere innovazioni organizzative unilateralmente predisposte dall’azienda e, ancor di più, a dare una sorta di avallo a scelte datoriali che, sia pure non intenzionalmente, determinino un esubero di personale. Con l’obiettivo di meglio finalizzare la fase dell’esame congiunto, le organizzazioni sindacali hanno richiesto alla società di assumere una posizione univoca rispetto al fatto che Carrefour non procederà alla cessione di rami aziendali, riferiti ai reparti no food; a tale richiesta, la direzione aziendale ha risposto affermativamente. Il confronto è stato aggiornato a lunedì 29 aprile a Bologna".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, dal 3 giugno niente più mascherina obbligatoria all'aperto in Piemonte

  • Le spiagge più belle del Lago D'orta

  • Tragedia a Romagnano Sesia, 22enne annegato nel Sesia

  • Novara, c'è la data ufficiale di apertura del supermercato Aldi in corso della Vittoria

  • Elettrocardiogrammi: dal 3 giugno necessaria la prenotazione per effettuare l'esame

  • Coronavirus, +57 positivi in Piemonte: stabile la situazione a Novara, ma c'è un decesso

Torna su
NovaraToday è in caricamento