Venerdì, 22 Ottobre 2021
Economia

E-commerce chiavi in mano: ecco i risultati del progetto

L'iniziativa è stata promossa dalla Camera di Commercio di Novara, in collaborazione con il Comitato per la promozione dell'imprenditoria femminile

Promuovere lo sviluppo tecnologico dei canali di vendita per le Pmi novaresi e creare figure professionali competenti in materia, valorizzando i giovani del territorio.

E' questo l’obiettivo del progetto "E-commerce chiavi in mano", i cui risultati sono stati presentati ieri, martedì 3 marzo, presso la Camera di Commercio di Novara.

"L’iniziativa, promossa dall’Ente camerale in collaborazione con il Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile, rientra nel progetto Promozione E-commerce ed Energy Management - ha spiegato Cristina D’Ercole, segretario generale della Camera di Commercio di Novara - realizzato grazie al cofinanziamento derivante dall’Accordo Ministero dello Sviluppo Economico-Unioncamere 2012. Un progetto che ha visto la partecipazione di una ventina di imprese e professionisti al corso di formazione specifica in Esperto in Gestione dell’Energia, svoltosi lo scorso mese di gennaio, e di trenta, tra imprese e giovani, alla linea d’azione dedicata all’e-commerce".   

Quest’ultima, in particolare, si è rivolta a piccole e medie imprese novaresi e giovani diplomati e laureati, articolandosi in due fasi: la prima ha preso il via a luglio 2014 con due corsi di formazione gratuita per imprenditori e giovani, al termine dei quali sono stati selezionati tre imprese e tre ragazzi che hanno partecipato allo svolgimento di tirocini di cinque mesi, da settembre 2014 a gennaio 2015.

Protagoniste di questa seconda fase sono state le imprese Algodue Elettronica S.r.l. di Fontaneto D'agogna, Ausital S.r.l. di Varallo Pombia e Pepper Style By Bisetti S.r.l. di Pettenasco che hanno ospitato rispettivamente i giovani Matteo Torri, Luana Galesi e Luca Cannavina di Novara.

Tutte le imprese hanno riscontrato un miglioramento della propria piattaforma e-commerce e i tirocinanti delle proprie abilità professionali, sia specifiche che di carattere trasversale; un’impresa ha inoltre voluto proseguire la collaborazione attivando un contratto di apprendistato.   

"Questa attività dà seguito all’analoga iniziativa realizzata nel 2013, cui si è aggiunto lo svolgimento dei tirocini - ha aggiunto Anna Ida Russo, presidente del Comitato per la promozione dell’imprenditoria femminile - Abbiamo voluto dare un valore aggiunto puntando sul pragmatismo: la formazione in aula è stata curata da esperti che quotidianamente mettono in pratica quello che insegnano, mentre l’e-commerce è stato scelto in quanto ambito in crescita, approcciabile da aziende diverse, anche sotto il profilo dimensionale, ed in linea con le logiche del work life balance, ossia con la conciliazione dei tempi di vita e di lavoro".

A curare la docenza e la successiva assistenza in azienda e da remoto sono stati Fabio De Vecchi e Marco Zilotti (MDS NET S.r.l.), che hanno sottolineato le opportunità di crescita legate all’e-commerce e i rapidi cambiamenti, anche di aggiornamento professionale, richiesti da questo mercato, evidenziando una maggiore propensione mettersi in gioco da parte dei giovani diplomati rispetto ai laureati.   

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E-commerce chiavi in mano: ecco i risultati del progetto

NovaraToday è in caricamento