rotate-mobile
Economia

Novara: successo per le aziende in trasferta a Tripoli e Kiev

Cresce l'apertura internazionale delle aziende novaresi, che registrano ottimi risultati nelle due iniziative promosse dalla Camera di Commercio di Novara in Libia e Ucraina

Si sono chiuse con un bilancio decisamente positivo le ultime due iniziative promosse dalla Camera di Commercio e dalla sua Azienda Speciale E.V.A.E.T., a favore dell’internazionalizzazione delle imprese novaresi.

L’Ente camerale ha preso parte alla fiera Libya Build, svoltasi a Tripoli dal 20 al 24 maggio, guidando una collettiva di aziende novaresi all’interno del padiglione italiano coordinato dall’Istituto per il Commercio Estero.

Le aziende novaresi - F.E.V. S.r.l., La Torre S.p.A., M&Z Rubinetterie S.p.A. e Rubinetteria Quaranta S.r.l. - hanno avuto a disposizione stand individuali ed un’area istituzionale, condivisa con ASFIM, l’Azienda Speciale della Camera di Commercio di Vercelli, e con altre quattro imprese vercellesi.

All’inaugurazione della manifestazione, la più importante del Paese nel settore dell’edilizia e delle costruzioni, è intervenuto il viceministro alle infrastrutture Mario Ciaccia; presente anche il presidente della Camera di Commercio di Novara Paolo Rovellotti, il quale ha avuto modo di incontrare il vicepresidente e il direttore generale dell’Unione delle camere di commercio libiche, ponendo le basi per future collaborazioni tra il tessuto produttivo libico e quello provinciale.

"L’Italia rappresenta il primo Paese fornitore ed acquirente della Libia - ha spiegato Rovellotti -. Proprio in questi giorni è stato creato un Comitato italo-libico per favorire la costituzione di joint venture tra i due Paesi: i contatti che abbiamo allacciato durante la fiera con Unioncamere Libia vanno proprio in questa direzione e mirano a valorizzare la nostra realtà territoriale. L’ingresso nel mercato libico richiederà del tempo, data la fase di transazione politica che sta attraversando il Paese, ma è fondamentale creare fin d’ora una rete di relazioni che possano tradursi in opportunità concrete di investimento quando le condizioni si stabilizzeranno".    

Le stesse soddisfazione arrivano anche dalla rassegna Aqua-Therm di Kiev (Ucraina, 15-18 maggio), dedicata al settore del riscaldamento e condizionamento.

La delegazione provinciale, che ha occupato uno spazio espositivo di circa 100 mq, era costituita da: Bagno & Associati S.r.l., Go Plast S.r.l., Huber S.p.A., IVR S.p.A., Margaroli S.r.l., Pattaroni Fabrizio, Porta & Bini S.r.l. e TE-SA S.r.l.

"L’appuntamento è ormai diventato un market place strategico anche per gli altri Paesi dell’ex Unione Sovietica - ha commentato il presidente dell'E.V.A.E.T. Gianfredo Comazzi - e lo confermano i risultati raggiunti: alcune delle nostre imprese hanno firmato degli ordini già durante la fiera; altre, che avevano partecipato con noi alle passate edizioni, esponevano assieme a partner locali, segno di un’evidente crescita della capacità delle aziende novaresi di posizionarsi sui mercati esteri".


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novara: successo per le aziende in trasferta a Tripoli e Kiev

NovaraToday è in caricamento