I vini novaresi alla 50esima Douja d'Or di Asti

Successo per la degustazione organizzata dalla Camera di Commercio. I vini, due Ghemme Docg, sono stati selezionati tra le aziende vincitrici di trofeo e diploma di merito del Concorso Enologico "Calice d'Oro dell'Alto Piemonte 2015"

Gusto e bellezza: sono stati questi gli ingredienti principali della degustazione che ha avuto luogo ieri, martedì 13 settembre, su iniziativa delle Camere di Commercio di Novara e del Verbano-Cusio-Ossola, in collaborazione con il Consorzio Tutela Nebbioli Alto Piemonte, nell’ambito della 50esima "Douja d’Or", il salone nazionale di vini selezionati in svolgimento ad Asti da venerdì 9 a domenica 18 settembre.

A fare gli onori di casa presso il prestigioso Palazzo degli Ottolenghi è stato Renato Erminio Goria, presidente della Camera di Commercio di Asti. È seguito il saluto di Cesare Goggio, presidente della Camera di Commercio del Vco. Ha quindi preso la parola Paolo Rovellotti, consigliere e componente di Giunta della Camera di Commercio di Novara: "Cinquant’anni di Douja d’Or rappresentano per noi cinquant’anni di impegno: negli ultimi anni abbiamo sempre partecipato alla manifestazione per far conoscere i prodotti tipici del novarese, dal salame della douja al gorgonzola Dop e ai biscotti di Novara, abbinati al vino, che rimane chiaramente il protagonista di questi eventi. Per questa edizione storica proponiamo in degustazione il vino Ghemme, in vista del ventennale del riconoscimento della Docg, che verrà celebrato nel 2017. E per dare risalto alle potenzialità del territorio ci presentiamo insieme al Verbano-Cusio-Ossola, che celebra anch’esso un anniversario importante, avendo raggiunto i cinque anni della Doc Valli Ossolane".         

Quattro i vini proposti in degustazione, due Valli Ossolane Doc e due Ghemme Docg, oltre ad una grappa di Prünent, magistralmente presentati dal sommelier Paolo Ferraro.  Ad introdurre le due Doc il produttore ossolano Matteo Garrone, mentre i vini Ghemme sono stati selezionati tra le aziende vincitrici di trofeo e diploma di merito del Concorso Enologico "Calice d’Oro dell’Alto Piemonte 2015".

I partecipanti, circa una sessantina, hanno molto apprezzato i vini in degustazione e gli abbinamenti con i prodotti tipici, a partire dai salumi brisaula della Val d’Ossola, fidighin, salam d’la douja, per continuare con i formaggi gorgonzola d.o.p., spress di capra e ossolano riserva accompagnati da miele, composte e pane nero di Coimo e concludendo in dolcezza con i biscotti di Novara. 

Potrebbe interessarti

  • Nuovo ospedale di Novara, a rischio il progetto della Città della Salute

  • 5mila trapianti di rene eseguiti in Piemonte: l'ultimo a Novara

  • Città della salute, l'ordine dei medici: "Non ci interessano le beghe politiche, si dia il via libera"

I più letti della settimana

  • Motociclista novarese di 25 anni muore in un incidente in Calabria

  • Novara, le baby gang tengono in ostaggio la zona del Carrefour di viale Giulio Cesare

  • Giovane novarese scomparso in Spagna: l'appello della famiglia

  • Lite in casa tra due coinquilini: uno dei due lancia il cane dalla tromba delle scale

  • Cosa fare in città: gli appuntamenti del fine settimana di Ferragosto

  • Incidente a Trecate, frontale prima dell'alba sulla provinciale: le auto prendono fuoco

Torna su
NovaraToday è in caricamento