Formazione professionale: la Regione Piemonte verso un protocollo tra Atenei e Fondazioni Its

Chiorino: "L'obiettivo è aumentare i numeri della formazione terziaria, rampa di lancio verso l'occupazione"

Foto di repertorio

"I diplomi Its, così come le lauree professionalizzanti, sono una chiave di accesso al mondo del lavoro, ma in Italia la formazione terziaria non esprime ancora il suo pieno potenziale. In Piemonte però vogliamo spingere sull’acceleratore e lavorare in sinergia con tutti i soggetti coinvolti, puntando a un necessario coordinamento dell’offerta formativa in stretta connessione con le imprese".

È quanto ha sostenuto l’assessore all’Istruzione e alla Formazione professionale della Regione Piemonte Elena Chiorino al termine dell’incontro tra la Regione, i rappresentanti delle Fondazioni Its piemontesi, i rappresentanti degli Atenei e l’Ufficio scolastico regionale, riuniti per definire gli ultimi passi prima della firma di un protocollo d’intesa, con l’obiettivo di cooperare per lo sviluppo del sistema regionale di istruzione e formazione terziaria ad indirizzo professionalizzante.

Le lauree triennali professionalizzanti sono titoli di livello universitario fortemente improntati alla formazione tecnica di base che le università possono attivare, d’intesa con gli ordini professionali. Si affiancano ai diplomi rilasciati dagli Istituti tecnici superiori, percorsi biennali che, dati alla mano, garantiscono, vista la stretta connessione con il mondo delle imprese, livelli occupazionali d’eccellenza.

"Meglio percorrere la strada insieme - ha aggiunto l’assessore - e di questa disponibilità ringrazio il mondo accademico e il sistema della formazione superiore. Abbiamo una grande opportunità, oltre che responsabilità, per il futuro dei nostri ragazzi: incrociare i due percorsi è la scelta migliore se vogliamo davvero offrire un nuovo corso all’incrocio tra domanda e offerta di lavoro, e venire incontro alle aspettative delle imprese attraverso la formazione delle competenze tecniche di cui necessitano".

Orientamento e innovazione sono gli ingredienti che completano la "ricetta" del Piemonte per affrontare l’emergenza occupazione: "Il progetto - ha concluso l’assessore Chiorino - è ambizioso ma ci crediamo fortemente perché conosciamo il nostro tessuto imprenditoriale, fortemente connotato anche in termini di innovazione . Possiamo davvero offrire con le lauree professionalizzanti e con gli Its un progetto formativo d’eccellenza ai giovani e una risposta concreta alle imprese".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Upo, manca poco alla "Notte dei ricercatori": quest'anno l'evento è on line

  • Formazione professionale e tirocini: via libera in Piemonte alle attività pratiche in presenza

  • Dimensionamente scolastico: incontro tra la Provincia e le organizzazioni sindacali

Torna su
NovaraToday è in caricamento