Upo, manca poco alla "Notte dei ricercatori": quest'anno l'evento è on line

Venerdì 27 novembre l’Università del Piemonte Orientale aprirà virtualmente al pubblico le porte dei propri Dipartimenti

La quindicesima edizione della Notte dei Ricercatori è ormai alle porte; venerdì 27 novembre 2020 il tradizionale appuntamento con la divulgazione della ricerca dell’Università del Piemonte Orientale prenderà il via in una veste totalmente rinnovata.

Il perdurare dell’emergenza sanitaria ha spinto il comitato organizzatore a trasformare la “Notte” in un evento totalmente online, che prenderà il via già dal primo pomeriggio del 27 novembre: contributi video, dirette streaming, chat aperte permetteranno al pubblico di immergersi a 360° nello spirito della Notte dei Ricercatori. L’edizione 2020 ha come tema l’emergenza che, fin dal titolo, è declinata in sette ambiti: “Emergenza: scienza, società, ambiente, vita, educazione, comunicazione, tecnologie”.

Francesca Martignone, docente di matematiche complementari presso il Dipartimento di Scienze e Innovazione Tecnologica e coordinatrice scientifica della Notte, ha sottolineato: «L’emergenza globale che abbiamo vissuto e stiamo vivendo ha modificato vari aspetti della nostra quotidianità: le modalità di comunicare, relazionarsi, muoverci, studiare, lavorare. Di fronte ai cambiamenti che sono avvenuti e si sono sviluppati in questi mesi, vorremmo utilizzare l’appuntamento della Notte dei Ricercatori per riflettere e analizzare da molteplici punti di vista - medico-sanitario, sociologico, economico, giuridico, letterario, scientifico-tecnologico - alcuni aspetti legati alle emergenze che l’umanità ha affrontato e sta affrontando».

Il programma della Notte dei Ricercatori è stata pubblicato sul sito web ufficiale (https://multiblog.uniupo.it/notte-dei-ricercatori-2020) dell’evento e, scorrendone i dettagli, è ben visibile come sia strutturato in un vero e proprio palinsesto digitale; vi sarà una lunga diretta streaming dal canale YouTube ufficiale di Ateneo a partire dalle ore 14:30.

La cerimonia di apertura si aprirà come da tradizione con i saluti istituzionali del Rettore prof. Gian Carlo Avanzi, del prof. Leonardo Marchese, direttore del Dipartimento di Scienze e Innovazione Tecnologia e della professoressa Martignone. La tradizionale conferenza di apertura, sotto forma di contributo video pre-registrato, è stata affidata al professor Alessandro Barbero è avrà come titolo: “Epidemie di ieri e oggi. La storia insegna?”

A partire dalle 15:30 docenti e ricercatori Upo si alterneranno in 16 interventi in diretta streaming, affrontando il tema dell’emergenza in tutti i suoi aspetti. Allo stesso tempo il pubblico potrà anche fruire altri 19 contributi video, precedentemente realizzati e caricati sul canale YouTube di Ateneo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Università del Piemonte Orientale riparte con le lezioni in presenza

  • Premio “Storie di alternanza”: l'Omar di Novara in cima al podio nazionale

  • 12mila euro dalla Fondazione Crt per un progetto su scuola e disabilità

Torna su
NovaraToday è in caricamento