Università del Piemonte Orientale, rinnovato il Consiglio di amministrazione

La prima seduta del nuovo Cda venerdì 8 novembre

Il rettore dell'Upo Gian Carlo Avanzi

Si insedia ufficialmente con la seduta di oggi, venerdì 8 novembre, il nuovo Consiglio di amministrazione dell’Università del Piemonte Orientale. Manca all’appello solo il nome del rappresentante degli studenti, che sarà reso noto nei prossimi giorni, ma sono già noti i nominativi dei membri interni ed esterni, che insieme al Magnifico Rettore comporranno il nuovo Cda che resterà in carica per quattro anni accademici, fino al 31 ottobre 2023.

Sono 4 i membri interni: Luigi Battezzato, professore ordinario di Lingua e Letteratura greca (DISUM); Mauro Botta, professore ordinario di Chimica generale ed inorganica (DISIT); Giorgia Casalone, ricercatore di Scienza delle Finanze (DISEI); Flavia Prodam, professore associato di Scienze tecniche dietetiche applicate (DISS).

I tre membri esterni rappresentano il territorio di riferimento in cui opera l’Ateneo e provengono dalle città sede Alessandria, Novara e Vercelli; sono Antonio Maconi, Giulia Gregori e Fernando Lombardi. Antonio Maconi dirige l’“Infrastruttura Ricerca, Formazione, Innovazione” dell’Azienda Ospedaliera Nazionale SS. Antonio e Biagio e Cesare Arrigo di Alessandria ed è presidente della Fondazione Solidal onlus; Giulia Gregori è responsabile della Pianificazione strategica e comunicazione aziendale di Novamont Spa; Fernando Lombardi è presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Vercelli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Laurea: è boom d'iscrizioni alle università telematiche online

  • Novara, nuovi corsi all'Omar, al Ravizza e al Bonfantini

  • Università del Piemonte Orientale, rinnovato il Consiglio di amministrazione

  • "Wooooow! Io e il mio futuro": grande successo per la giornata di orientamento

  • Novara, Career Day all'Upo

  • Galliate: laboratorio per genitori "Io rispetto", per il contrasto alla discriminazione e ai discorsi d’odio

Torna su
NovaraToday è in caricamento