Fase 2: l'Upo riattiva i tirocini curriculari e post laurea

Dovranno essere rispettate la normativa e le disposizioni della regione dove ha sede l’azienda ospitante

Foto dal web

Con l'entrata nella fase 2 dell’emergenza e la ripresa delle attività di tutti i settori merceologici, l’Università del Piemonte Orientale riattiva anche i tirocini post laurea e i tirocini curriculari di area non sanitaria.

Per i tirocini post laurea dovranno essere rispettatate la normativa e le disposizioni della regione dove ha sede l’azienda ospitante. In questo caso, così come per i tirocini curriculari, la posizione dell’Università del Piemonte Orientale è che sia preferibile la modalità a distanza, ma se questa non fosse applicabile sarà possibile il rientro/avvio in presenza.

In questo caso l’ente ospitante dovrà sottoscrivere una dichiarazione di possesso delle condizioni organizzative e sanitarie per poter ospitare tirocinanti in presenza e il tirocinante dovrà, a sua volta, sottoscrivere un’autocertificazione per recarsi presso l’ente ospitante. Anche nei casi in cui il tirocinio fosse in presenza, dove possibile, è preferibile un’alternanza tra attività a distanza e attività in presenza. 

In aggiunta alla normale procedura di attivazione, il tirocinante dovrà sottoscrivere un’autocertificazione per recarsi presso l’ente ospitante; quest’ultimo dovrà sottoscrivere una dichiarazione di possesso delle condizioni organizzative e sanitarie per poter ospitare tirocinanti in presenza.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tutta la modulistica è scaricabile dal sito web di Ateneo all’indirizzo https://bit.ly/2ZEXVzR

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centri estivi: un contributo di oltre 9 milioni di euro per il Piemonte

Torna su
NovaraToday è in caricamento