life

"Novarese capitale dell’outdoor": la Provincia rilancia la vocazione green del territorio

Il presidente Matteo Besozzi spiega gli interventi in fase di realizzazione che porteranno milioni di euro e benefici per il turismo

Immagine di repertorio

La Provincia di Novara ha tra le sue priorità lo sviluppo del cicloturismo e degli sport all’aria aperta: martedì 13 giugno, alle 21, si svolgerà a Castelletto Ticino l’incontro "Rivoluzione cicloturismo" dedicato ad approfondire i numerosi progetti che interessano il novarese in cui la Provincia di Novara è parte attiva.

La scelta del luogo per l’incontro non è casuale: Castelletto Ticino è infatti il crocevia dei progetti in fase di sviluppo, punto centrale di snodo dei nuovi percorsi cicloturistici collegamento tra lago e pianura.

L’importanza della progettualità è avvalorata dalla presenza della Regione Piemonte con il vicepresidente Aldo Reschinia, della presidente di Atl Maria Rosa Fagnoni, del Distretto Turistico dei Laghi con il presidente Antonio Longo Dorni e del presidente dell’Ente di gestione delle aree protette del Ticino e del Lago Maggiore Adriano Fontaneto. A coordinare gli interventi sarà l’architetto Giulio Rigotti, paesaggista ed esperto di ciclabilità.

Nell’incontro, gratuito ed aperto al pubblico, verranno descritti tutti gli interventi che la Provincia di Novara sta coordinando: "In bici a pelo d’acqua" che coinvolge la zona del Parco del Ticino e le colline; "Bike to lake" relativo all’ambiziosa pista ciclabile del Lago Maggiore; il progetto emblematico Cariplo Parco Tematico del Paesaggio Fluviale che prevede la riqualificazione della sentieristica da Castelletto fino a Cerano ed interventi strutturali specifici per l’accoglienza dei bikers. Durante il convegno si parlerà anche del progetto Interreg SlowMove con cui la Provincia di Novara promuoverà interventi e studi per favorire la mobilità elettrica in bici, auto e barca lungo l’asta fluviale del Ticino. Completeranno gli interventi dei focus sulla riqualificazione della pista ciclabile lungo l’asse del canale Cavour e sui principali progetti di sentieristica pedonale come il Sentiero Novara e la via Francisca novarese.

"Il modello di sviluppo territoriale che stiamo portando avanti - spiega il presidente della Provincia Matteo Besozzi - punta a trasformare il novarese in una capitale dell’outdoor. I cittadini devono conoscere gli ambiziosi progetti in fase di realizzazione, progetti che porteranno grandi ricadute al turismo e all’indotto. Favorire un turismo green legato allo sport e alla natura asseconda una vocazione del nostro territorio apprezzata sempre più anche dagli stranieri. Oltre agli interventi per migliorare itinerari e infrastrutture puntiamo al ponte ciclopedonale per collegare Castelletto e Sesto che moltiplicherà i benefici e le opportunità per i visitatori: il progetto piace a Regione Lombardia con cui stiamo lavorando anche per rendere gratuito il trasporto delle bici sul Lago Maggiore, così come abbiamo già fatto sul Lago d’Orta, la cui navigazione è di esclusiva competenza provinciale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Novarese capitale dell’outdoor": la Provincia rilancia la vocazione green del territorio

NovaraToday è in caricamento