Il bike sharing va in pensione, rimosse le colonnine di "Bici in città"

Il servizio non è più stato attivato. Tolte le strutture ormai abbandonate

La rimozione delle colonnine

Ci hanno provato e riprovato le precedenti amministrazioni, ma a quanto pare Novara non è una città per i ciclisti.

Il sistema di bike sharing "Bici in città" non è mai decollato del tutto: alti costi di gestione, pochi utenti, tanti vandali. Così, dopo anni di tira e molla con continui disservizi per i pochi cittadini che le utilizzavano, le biciclette blu andranno definitivamente in pensione. Nei giorni scorsi Assa ha provveduto a rimuovere le colonnine che ancora erano presenti in diverse zone del centro storico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Da tempo – spiega l’assessore alla Mobilità Silvana Moscatelli – i manufatti erano completamente inutilizzati e in condizioni di abbandono. Ringraziamo pertanto Assa per aver provveduto a questo intervento. É stato effettuato a titolo gratuito, a favore del decoro urbano". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la richiesta dei medici agli avvocati: "Fermate la pubblicità delle consulenze gratuite per azioni contri i dottori"

  • Coronavirus, le previsioni: quando potrebbero azzerarsi i contagi a Novara e in Piemonte

  • Coronavirus, in Piemonte prorogata l'ordinanza con più restrizioni: no attività sportiva e passeggiate

  • Coronavirus, Cirio: "Ordinanza in Piemonte prorogata fino al 14 o al 20 aprile"

  • Coronavirus, in arrivo i buoni spesa: chi ne ha diritto e come richiederli a Novara

  • Coronavirus, morto infermiere novarese di 51 anni: aveva quattro figli

Torna su
NovaraToday è in caricamento