Mobilità sostenibile: tre nuovi autobus elettrici a Novara

Prodotti dall'azienda cinese Byd nello stabilimento di Shenzhen, costituiranno la prima flotta in Italia di bus lunghi 12 metri senza motore a scoppio

I nuovi mezzi circoleranno sulla linea 5

Entreranno in servizio nei prossimi mesi a Novara e Torino i 23 autobus elettrici, prodotti dall’azienda cinese Byd nello stabilimento di Shenzhen, che costituiranno la prima flotta in Italia di bus lunghi 12 metri senza motore a scoppio.

In città i nuovi bus saranno tre e circoleranno sulla linea 5, da piazza Garibaldi (stazione) a via dell’Artigianato, effettuando il giro dei Baluardi. 

La presentazione dei nuovi autobus è avvenuta ieri, lunedì 18 settembre, davanti al Palazzo della Regione, in piazza Castello a Torino, in occasione della Settimana europea della mobilità sostenibile.

"E’ la dimostrazione netta - ha commentato il presidente della Regione Sergio Chiamparino - della svolta in senso sostenibile della politica della Regione riguardante il trasporto su gomma e delle misure per il contrasto all’inquinamento dell’aria messe a punto con le altre Regioni dell’Italia centro-settentironale. Un intervento significativo, cui ne seguiranno altri".

Si tratta di veicoli che possono trasportare 77 passeggeri, di cui 21 seduti, e una carrozzella, e che hanno un’autonomia di 310 chilometri e un consumo di 104 kWh per ogni 100 chilometri, per cui il sistema non prevede l’installazione di impianti di ricarica rapida in linea. Non avendo il motore a scoppio, sono molto silenziosi e al di sotto della soglia di rumore tipico degli ambienti urbani e per questo motivo sono dotati di avvisatore acustico per segnalarne la presenza a pedoni e ciclisti.

L’iter di acquisizione era iniziato nel 2014, quando la Regione Piemonte aveva deliberato di destinare le risorse del Ministero dell’Ambiente per il miglioramento della qualità dell’aria all’acquisto di autobus a trazione elettrica. Il finanziamento complessivo di queste operazioni è stato di circa 15 milioni di euro, di cui 13,5 milioni gestiti dalla Regione Piemonte e 1,5 milioni dalla Città di Torino. I 23 autobus sono costati circa 8,5 milioni. La cifra restante è a disposizione per l’aggiudicazione di altri lotti relativi a bus elettrici più piccoli, esattamente da 6,5 e 9 metri. Con questi due nuovi lotti, in via di aggiudicazione, ne saranno acquistati una ventina, che saranno destinati anche ad altre città del Piemonte per diffondere e far conoscere questa tipologia di trasporto.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Novara usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

  • Come smettere di fumare in dieci passi

  • Da settembre panoramica dentaria presso la Radiologia di Arona

  • I 3 migliori spioncini digitali per porte blindate

  • Il potassio: dove trovarlo e i benefici

I più letti della settimana

  • Esselunga assume a Novara e provincia: come candidarsi

  • Creavoladossola, donna trovata morta nella notte nei boschi vicino a casa

  • Arriva "Antonino Chef Academy”: strada chiusa due mesi per lo show di Cannavacciuolo

  • Castelletto Ticino, rimane schiacciato da una pianta che stava tagliando: morto sul colpo

  • Ritrovato il giovane novarese scomparso in Spagna: sta bene

  • Val Vigezzo, non ce l'ha fatta la donna soffocata da un boccone al pranzo di Ferragosto

Torna su
NovaraToday è in caricamento