"Bike sharing", riparte il servizio di noleggio bici in città

Riparte lunedì prossimo, 24 settembre, il servizio di Bike sharing, ovvero la possibilità di noleggiare la bici per girare comodamente in città. Ballarè: "Stiamo costruendo una città sempre più ecologica"

Riparte il servizio di "Bike sharing", ovvero il noleggio bici per girare in città, all'interno del comune di Novara.

E' stato inaugurato venerdì 21 settembre, nella mattinata, la nuova era del "servizio di affitto biciclette per girare in città".
Alla presenza del primo cittadino Andrea Ballarè, dell'assessore alla Mobilità Giulio Rigotti e del presidente della Sun Luigi Martinoli è stato inaugurato la prima postazione del servizio di Bike sharing, quella di fronte alla sede di palazzo di città in via Fratelli Rosselli.
 
"Il servizio - spiega l'assessore Rigotti - riparte con 52 bicette che saliranno, dal prossimo gennaio, ad una settantina. Le postazioni presenti in città erano vuote dal 31 dicembre scorso: scaduto il vecchio contratto con la società privata di Rivalta che gestiva il servizio, il Comune aveva deciso di non rinnovarlo e di prendere un periodo di pausa per riorganizzarlo e rilanciarlo. Avrei voluto - spiega - far ripartire il servizio a  giugno, scadenza poi slittata per diversi motivi organizzativi. Ora siamo pronti: abbiamo rinnovato il parco biciclette grazie all’acquisto di 52 nuove, per una spesa di 18mila euro. Si vanno ad aggiungere alle poche superstiti delle 90 originarie, una decina in tutto, mentre le altre sono state rubate o demolite in quanto vandalizzate e danneggiate. Altre ancora vanno riparate. Cambia, poi, altra importante novità, la gestione del servizio. Ora è pubblica: la gestione è stata infatti affidata alla Sun, azienda di trasporti novarese, che si caratterizza come un’azienda di mobilità sostenibile. Il Comune ha stipulato con Sun un contratto della durata di poco più di due anni e tre mesi, dal 20 settembre fino al 31 dicembre 2014, che prevede un corrispettivo di 21mila euro per quel che resta di quest’anno e di 57mila per ciascuno dei due successivi. Per il momento si è deciso di mantenere inalterato, in via sperimentale per sei mesi, il sistema tariffario già in vigore, in attesa di mettere a punto nuove strategie che incentivino l’uso integrato della bicicletta con altre forme di trasporto pubblico. Subito saranno attive sette postazioni - spiega l’assessore Rigotti - mentre le altre, cioè Vignale, San Rocco, via Monte San Gabriele e le tre colonnine di corso Garibaldi, avevano bisogno di una manutenzione più consistente. Abbiamo ordinato i pezzi, dovrebbero arrivare la prossima settimana".
 
 
"Il servizio per ora continuerà ad essere gratuito, salvo il pagamento di una cauzione e la registrazione di ogni singolo utente, ma in futuro potrebbe essere in parte a carico degli utenti: se le risorse ci saranno confermate - sottolinea Martinoli - da gennaio infatti partiranno i lavori per adeguare tutte le postazioni all’utilizzo della tessera Bip, ovvero Biglietto Integrato Piemonte, che permetterà l’uso dello stesso strumento di pagamento per treni, bus e anche bike-sharing. Quando le nuove colonnine entreranno in funzione, dovrebbe essere previsto il pagamento di un piccolo importo a scalare in funzione della durata. La prima ora resterà gratuita, ma chi prende una bicicletta e la tiene tutto il giorno è giusto che paghi".
 
"Stiamo diventando sempre più una città ecologica e a misura d'uomo, oltre che integrata, in futuro, con le altre città del territorio piemontese". Esordisce così, nel suo discorso di inaugurazione del servizio di bike sharing il primo cittadino Andrea Ballarè.
"Per una città più ecologica, bisogna che le persone vengano incentivate all'utilizzo di servizi che portino a ciò, e questo lo si fa solo attraverso la creazione e il sostegno di questi servizi stessi. Usare la bicicletta - spiega Ballarè - fa bene alla salute e all'ambiente. Poi queste sono biciclette nuove, leggerissime, che con un piccolo contributo, vi consentono di arrivare in ogni parte della città a qualunque ora senza l'assillo del parcheggio. Abituarsi sin da giovani è un gesto che fa bene prima a se stessi e anche all'ambiente".
 
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Grave incidente a Oleggio: auto precipita dalla statale

  • Trecate, donna di 37 anni trovata morta in casa: è omicidio

  • Novara, in corso della Vittoria apre un nuovo supermercato vicino a Esselunga

  • Novara, a Sant'Agabio nascerà un nuovo polo logistico con 400 posti di lavoro

  • Camion perde il carico sull'A26, auto bloccate con le gomme a terra e autostrada chiusa

  • Omicidio di Trecate: fermato il compagno che si difende: “Siamo stati aggrediti in casa”

Torna su
NovaraToday è in caricamento