Assegno di cura per anziani: chi ne ha diritto

Chiamato anche “voucher” o “assegno terapeutico”, è un sussidio economico mensile per l’assistenza e la cura a domicilio di persone che hanno bisogno di un’assistenza continua.

Foto di repertorio

Prima di spiegare bene cosa sia un assegno di cura, bisogna precisare cosa non è: non si deve confondere con l’assegno di accompagnamento o pensioni di invalidità, questi sostegni sono riconosciuti e pagati dall’Inps, mentre l’assegno di cura è gestito dal Comune ed è un aiuto economico per chi assiste in casa un disabile non autosufficiente.

Generalmente, chi percepisce l’indennità di accompagnamento può ottenere anche l’assegno di cura, sono infatti due prestazioni diverse e assolutamente compatibili.

Interventi a favore di anziani a Novara

L’importo dell’assegno di cura

Non c’è una legge nazionale che precisi l’ammontare dell’assegno di cura per anziani o disabili, l’importo varia per ogni Regione: si va comunque da un minimo di 50 euro a un massimo da stabilire. I parametri su cui si basa la Regione sono però più o meno gli stessi: l’Isee della persona da assistere, le patologie di cui soffre, la presenza o meno di un badante. Per avere maggiori e più precise informazioni, il consiglio è quello di rivolgersi al patronato o all’ufficio Urp del tuo Comune.

Requisiti per richiedere l’assegno di cura

Ovviamente, l’assegno di cura si rivolge a tutti gli anziani e persone disabili, non più in grado di deambulare o comunque non autosufficienti. Anche sui requisiti per l’assegno di cura non ci sono regolamenti nazionali condivisi: ogni Regione ha la piena autonomia e, purtroppo, non è previsto da tutte le Regioni o Comuni. In linea di massima, altri requisiti sono:

  • reddito Isee inferiore a un importo stabilito;
  • certificato medico che dichiari la non autosufficienza;
  • disabilità fisica o demenza;
  • presenza o meno di collaboratori domestici e badanti.

Se ci sono difficoltà a reperire informazioni specifiche per il proprio comune di residenza, ci si può recare presso l’ufficio Urp, un Caf o un Patronato, che sapranno sicuramente guidare al meglio la richiesta a seconda delle esigenze e contingenze.

Come fare la domanda

Per presentare la domanda dell’assegno di cura, bisognerà vedere i bandi pubblicati dal Comune o Regione, in cui saranno indicate le scadenze, i documenti da allegare e tutti i passaggi da seguire. A questo punto il Comune analizzerà tutte le richieste ricevute e stilerà una graduatoria: tutte le persone inserite in graduatoria avranno diritto all’aiuto fino ad esaurimento fondi disponibili. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dal 18 maggio fino al 31 luglio 2020 a seguito dell’emergenza covid 19 l' apertura di alcuni uffici comunali avverrà unicamente su appuntamento dal lunedì al venerdì. Info https://www.comune.novara.it/it/home

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Novara, non scendono le sbarre del passaggio a livello: travolto un uomo in scooter

  • Si ribalta con l'auto in un fosso: è Veronica Cuccaro la 33enne che ha perso la vita a Mortara

  • Novara, rissa sull'Allea, giovane si scaglia contro un carabiniere: arrestato

  • Coronavirus, anche in Piemonte centri commerciali chiusi nel fine settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: il Piemonte segue la Lombardia

  • Coronavirus, in Piemonte nuove linee guida per la gestione dei casi positivi nelle scuole

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NovaraToday è in caricamento