rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Info

Come e dove fare domanda per l'adozione a Novara

Un procedimento lungo, ma spesso utile e significativo per molte coppie. Vediamo in questa guida i primi passi da fare.

Cos'è

L'adozione è un Istituto giuridico che fa sorgere un rapporto di filiazione con il quale una persona può stabilire un legame di parentela legale con chi "sia privato in maniera non transitoria ma definitiva ed irreversibile, di una adeguata assistenza morale e materiale da parte dei genitori o dei parenti tenuti a provvedervi".  Lo stato di abbandono è la condizione essenziale che dà avvio all'adozione al fine di garantire al minore che si trova in tale stato una condizione di sano sviluppo psico-fisico all'interno di una famiglia. Questa condizione viene dichiarata dal Tribunale per i Minorenni competente territorialmente.

Quali Adozioni

La legge prevede diverse  vie di adozione:

  • A) ADOZIONE NAZIONALE: l'adozione di un bambino in stato di abbandono sul territorio italiano. Tribunale dei Minorenni di Torino è l'organo deputato ad acquisire la domanda di disponibilità all'adozione, a valutare gli abbinamenti dei minori alle famiglie ed a dichiararne l'adozione.
  • B) ADOZIONE INTERNAZIONALE 'adozione di un bambino in stato di abbandono che si trova all'estero, in paesi con cui sono in vigore trattati internazionali o bilaterali con l'Italia e in cui operano associazioni autorizzate e certificate che fanno da tramite tra la coppia e le istituzioni del paese stesso (Enti Autorizzati). L'adozione del bambino è pronunciata dall'Autorità Giudiziaria Straniera all'estero. Il Tribunale per i Minorenni Italiano emette un Decreto di IDONEITA' o NON IDONEITA' all'adozione Internazionale a cui in caso di esito favorevole farà seguito l'affidamento di un minore dalle Autorità Giudiziarie straniere. La domanda decade nel caso in cui i coniugi, una volta ottenuto dal Tribunale il decreto di Idoneità, non si rivolgono presso uno degli Enti autorizzati ex art. 39 L. 1814/83 nel termine di un anno decorrente dal ricevimento del decreto di idoneità.
  • C) ADOZIONE SPECIALE (Art. 44 e seguenti L. 184/83)  Prevede l'adozione anche al di fuori dei casi previsti dall'adozione di minori. Esempi sono:  nel caso in cui tra i soggetti (adottato e adottante) c'è già un vincolo di parentela entro il 6. grado, o sussiste un rapporto stabile precedente alla perdita dei genitori, o in caso in cui sia impossibile procedere all'affidamento preadottivo come in caso di minore portatore di handicap.


Requisiti per l'adozione

Ai sensi dell'Art. 6 L. 149/01 per presentare domanda di disponibilità all'adozione occorre:

  • essere sposati da almeno tre anni o aver convissuto in maniera stabile e continuativa per almeno tre anni, non essere separati neppure di fatto;
  • l'età degli adottanti deve superare di almeno 18 e di non più di 45 anni l'età dell'adottando (limite superabile qualora il tribunale per i minorenni accerti che dalla mancata adozione derivi un danno grave e non altrimenti evitabile per il minore, ovvero qualora il limite massimo di età degli adottanti sia superato da uno solo di essi in misura non superiore a 10 anni, quando essi siano genitori di figli naturali o adottivi dei quali almeno uno sia in età minore, o infine quando l'adozione riguardi un fratello o una sorella del minore già dagli stessi adottato);
  • i coniugi devono essere affettivamente idonei e capaci di educare, istruire e mantenere i minori che intendano adottare;
  • avere frequentato un corso di formazione (in genere di due giornate), finalizzato a fornire informazioni relative alla legislazione sulle adozioni nazionali e internazionali e sulle problematiche dei bambini, al termine del quale viene rilasciato un attestato.

Servizi e istruttoria

L'ufficio Adozioni del comune svolge il ruolo di capofila e coordinamento dell'Equipe sovrazonale adozioni dei servizi afferenti alla Provincia di Novara e dell'AS NO per le seguenti attività a favore delle coppie e delle famiglie adottive:

  • promozione ed organizzazione di attività di sensibilizzazione e di divulgazione attraverso incontri, serate, convegni;
  • realizzazione di Corsi di Formazione/Informazione per le coppie aspiranti all'adozione, il percorso pre-adottivo risponde alla finalità di fornire le informazioni indispensabili per conoscere in modo adeguato e corretto le caratteristiche sanitarie e psicologiche dei bambini,  accompagnare le coppie ad approfondire le loro motivazioni e far emergere le risorse che permetteranno di gestire nel modo migliore i bambini che accoglieranno. Dal 2017 è in capo direttamente all'ARAI (Agenzia Regionale per le Adozioni Internazionali) con un organizzazione a rotazione a valenza per il Polo formativo delle provincie di Vercelli, Biella, Novara e Verbano Cusio Ossola provvedendo direttamente all'iscrizione dei residenti di questi territori;  www.regione.piemonte.it/adozioni
  • raccordo generale per le attività istituzionali e di studio/aggiornamento con l'Ufficio Adozioni Regionale e l'ARAI
  • sviluppo e progettualità con il privato sociale per attività di accompagnamento e sostegno alla genitorialità adottiva del post-adozione;

L'ufficio Adozioni su mandato del Tribunale , in collaborazione con lo psicologo dell'ASL NO referente per il proprio territorio adempie alle  istruttorie relative alle domande di adozioni dei cittadini novaresi rispetto a:  

  • attività informativa attraverso colloqui preliminari con le coppie;
  • indagini socio-ambientali e psicologiche in fase di istruttoria delle domande di adozione (la coppia sarà convocata per una serie di colloqui, mentre gli operatori effettueranno una o più visite domiciliari) realizzate dall'equipe di territorio  costituita da un'Assistente Sociale e da una Psicologa;
  • rapporti operativi con il Tribunale per i Minorenni per l'affidamento preadottivo dei minori;
  • accompagnamento e sostegno agli affidi preadottivi; al termine dell'anno di affido preadottivo, legittimato da un decreto del Tribunale per i Minori l'équipe (assistente sociale e psicologo) redige una relazione congiunta sull'andamento dell'inserimento; l'adozione definitiva viene decretata  da successivo decreto del Tribunale per i Minorenni. Gli effetti giuridici sono che il minore adottato diventa a tutti gli effetti figlio legittimo della coppia adottante, di cui assume il cognome e che cessano i rapporti giuridici tra il bambino e la sua famiglia d'origine (ad eccezione degli impedimenti matrimoniali).
  • sostegno e consulenza nelle adozioni internazionali;
  • sostegno alle adozioni definitive.

L'Ufficio costituisce un punto di riferimento durante tutto il percorso della famiglia adottiva, nel sostenerla  a migliorare la relazione con il figlio, a sciogliere eventuali nodi educativi durante la sua crescita o ad affrontare eventuali  momenti di criticità  anche successivamente alla dichiarazione dell'adozione.

Il Servizio si attiva previo appuntamento contattando i numeri indicati dell'Uff. Adozioni comunale o tramite richieste e-mail.

Allegati alla dichiarazione di disponibilità del Tribunale per i Minorenni di Torino

  • fotocopia fronte - retro documento d'identità della coppia ;
  • una fotografia recente e informale (non formato tessera) della coppia degli adottanti;
  • fotocopia dell'attestato di partecipazione al Corso di Formazione/Informazione.

Iscrizione ai corsi

L'iscrizione ai corsi alle coppie adottive è prevista solo on line sul sito www.regione.piemonte.it/adozioni
Per informazioni: Servizio adozioni in rete Tel: 800155500 oppure 0114320757 lun. e merc. dalle 9 alle 16

Dove rivolgersi

La domanda va presentata personalmente dagli interessati presso la cancelleria adozioni del Tribunale dei Minorenni  di Torino su  apposita modulistica in carta semplice e triplice copia davanti al funzionario del Tribunale dei Minorenni accompagnata dai documenti indicati.

Per l'adozione nazionale è ammissibile la presentazione di più domande anche successive a più tribunali per i minorenni, purchè in ogni caso se ne dia comunicazione a tutti i tribunali precedentemente aditi

Modulo di domanda
Si scarica dal link selezionando dal filtro argomenti: adozione
https://www.tribunaleminori.torino.it/modulistica.aspx

Cancelleria Adozioni
Tribunale per i Minorenni di Torino

C.so Unione Sovietica  325- Torino
lunedì e mercoledì dalle ore 9.00 alle ore 12.00
www.tribunaleminori.torino.it

Ufficio Adozioni - Segreteria 0321 /3703568
Comune di Novara- Servizi Sociali
Corso Cavallotti, 23 - piano terra
Segreteria Adozioni 0321 /3703568
Sportello sociale-Segretariato Sociale Tel. 0321-3703501
Orari di apertura al pubblico:
Lunedi e mercoledi dalle 14,30 alle 16,30;
Martedi - giovedi - venerdi dalle 9,00 alle 11,00.
E-mail adozioni@comune.novara.it

Struttura Semplice a Valenza Dipartimentale - Psicologia Clinica
ASL NO

0321374112
V.le Roma, 7 - Novara
E-mail npi.nov@asl.novara.it

ARAI Piemonte
Via Bertola, 34
10122 Torino
Da lun. a giov. 9-12.30 ; 14.30-16 Ven. 9 -14
Tel. 011/4321222-011/4320777
N. verde 800-155500
E-mail: segreteria@arai.piemonte.it

Riferimenti Normativi

  • Legge 8 novembre 2000, n. 32  "Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali";
  • Legge 4 maggio 1983, n. 184  "Diritto del minore ad una famiglia"  modificata con Legge  28 marzo 2001, n. 149

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come e dove fare domanda per l'adozione a Novara

NovaraToday è in caricamento