Mercoledì, 17 Luglio 2024
Politica Centro / Corso Felice Cavallotti, 38

Caccia F-35: il Centro Sinistra novarese interviene sulla questione

E lo fa con un'iniziativa in programma per giovedì 29 marzo, alle ore 21, presso l'Hotel Europa a Novara. "Vogliamo fare un'operazione di chiarezza e conoscenza sul tema per dare strumenti di valutazione ai cittadini"

Partito Democratico, Italia dei Valori e Sinistra Ecologia e Libertà si uniscono per un'iniziativa comune sulla questione dei Caccia F-35 all'aeroporto militare di Cameri.

"I problemi inerenti al rinnovo dei sistemi d’arma della nostra Difesa nazionale e dell’integrazione nella Difesa europea - si legge in una nota diffusa dalle segreterie dei tre partiti - sono arrivati al momento delle decisioni operative. Sapere in quale direzione si vuole andare non è indifferente sia dal punto di vista della dottrina militare che per la salvaguardia dell’industria del settore, già fiore all’occhiello nazionale ed ora in grave crisi, non solo per l’andamento economico generale, ma anche e soprattutto per una gestione strategica rivelatasi errata e subalterna ad interessi esterni".

L'appuntamento è epr giovedì 29 marzo, alle ore 21, presso l'Hotel Europa a Novara. Qui, i portavoce degli schieramenti di centro sinistra proporranno ai novaresi una serata in cui fare un'operazione di chiarezza e conoscenza sul tema, per poter dare quegli strumenti di valutazione utili ai cittadini: "Perché il tema è stato sinora uno dei punti più oscurati della nostra democrazia - si legge sempre nella nota - e questo potrebbe aver permesso l’infiltrazione di interessi non necessariamente coincidenti con quelli nazionali".

Relatori della serata saranno: Silvio Lora-Lamia, giornalista specializzato tra i massimi esperti italiani di aeronautica e Difesa, che introdurrà la parte tecnica e coordinerà il dibattito; Andrea Ballarè, sindaco di Novara; Leopoldo Nascia, ricercatore; Elettra Deiana, già parlamentare della Commissione Difesa (Sel); Giovanni Paladini (Idv) ,deputato della Commissione Lavoro; e Gian Piero Scanu (Pd), capogruppo Commissione Difesa al Senato.

"Quando parliamo di industria nazionale della Difesa - comunicano gli organizzatori - non necessariamente dobbiamo intendere solo industria delle armi. Già ora buona parte della produzione è nel comparto “civile” e le ricadute tecnologiche  della ricerca militare nel settore della produzione civile sono ampie e documentate. In questo quadro di crisi mondiale, di crisi del settore, di oggettiva inadeguatezza del sistema Difesa Italia ed Europa si innesta il problema del sistema d’arma F-35 che dovrebbe andare a sostituire nei prossimi decenni parte degli obsoleti velivoli attuali. Su questo aereo, per le strategie sottese, gli elevati costi finanziari, la mancanza di una vera ricaduta tecnologica,le scarsissime ed opinabili ricadute occupazionali si è in questi ultimi anni accentrato il
dibattito, sono sorti movimenti, si sono confrontate esperienze e anche le forze politiche hanno preso o stanno prendendo posizione
".

All'iniziativa hanno inoltre aderito: l’Associazione per la Pace, l’Associazione Banca Etica, il Laboratorio per la pace di Galliate, l’Associazione La Torre-Mattarella, Idee di Futuro, l’Anpi Provincia di Novara ed il Sermais Società Civile Responsabile.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caccia F-35: il Centro Sinistra novarese interviene sulla questione
NovaraToday è in caricamento