rotate-mobile
Politica

On. Daniele Galli: "Introdurre anche in Italia la libertà su cauzione"

Secondo il deputato novarese del Fli, la libertà su cauzione farebbe diminuire la carcerazione preventiva e il sovraffollamento delle carceri, contribuendo alle spese della giustizia

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NovaraToday

Introdurre anche in Italia la libertà su cauzione.

Con i dovuti limiti, escludendola per i reati più gravi o di pesante impatto sociale (come il terrorismo, i reati di mafia, la violenza sessuale o la pedofilia), è una misura che limita il ricorso alla carcerazione preventiva se non strettamente necessaria, e allevia in parte l’annoso problema del sovraffollamento delle carceri.

Inoltre rafforza il principio generale della presunzione di innocenza affermando l’habeas corpus, e può contribuire materialmente alle spese della Giustizia.

La proposta prevede che il giudice per le indagini preliminari possa concedere la libertà su cauzione modulandola sulla gravità del reato e sulle  condizioni, anche economiche, dell’imputato, e che vada restituita in caso di assoluzione definitiva, mentre in caso di condanna definitiva sarà  destinata al bilancio della Giustizia. La proposta è stata inviata ai colleghi perché possano aderirvi.

 

On. Daniele Galli

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

On. Daniele Galli: "Introdurre anche in Italia la libertà su cauzione"

NovaraToday è in caricamento