Politica

"Le case prima agli italiani", passa la mozione in consiglio

É stata discussa, e approvata dalla maggioranza, la mozione proposta dal gruppo Fratelli d'Italia

Il consiglio comunale ha approvato la mozione "Le case prima agli italiani". É avvenuto ieri, durante la seduta a palazzo Cabrino.

Ma di cosa si tratta?

La mozione, promossa dal gruppo Fratelli d'Italia, prevede in sostanza che per richiedere un alloggio popolare si porti una documentazione che attesti di non possedere altre case, anche in uno stato estero. La certificazione deve essere corredata di traduzione in lingua italiana e "autenticata dall’autorità consolare italiana che ne attesti la conformità all’originale, dopo aver ammonito l’interessato sulle conseguenze penali della produzione di atti o documenti non veritieri”.

Sono in molti però a sostenere che ci sarà il rischio che tutti gli stranieri, anche chi non ha case all'estero, vengano tagliati. Infatti bisogna considerare che un cittadino straniero, in particolare extracomunitario, spesso non può portare la documentazione richiesta perchè lo Stato da cui proviene non ha un'organizzazione tale da consentire l'emissione di certificati del genere. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Le case prima agli italiani", passa la mozione in consiglio

NovaraToday è in caricamento