menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il presidente della Provincia Matteo Besozzi

Il presidente della Provincia Matteo Besozzi

Rifiuti: Besozzi in Regione per la chiusura delle discariche di Ghemme e Barengo

Nell'incontro, calendarizzato da tempo, si è discusso anche dellla gestione dei rifiuti del novarese

La chiusura delle discariche di Ghemme e Barengo e la gestione dei rifiuti del novarese sono stati al centro di un incontro, mercoledì 15 marzo, tra il presidente della Provincia di Novara Matteo Besozzi, il consigliere all'Ambiente Giuseppe Cremona, il vice presidente della RegioneAldo Reschigna e l'assessore regionale all'Ambiente Alberto Valmaggia. Presenti anche l'assessore al Sociale Augusto Ferrari e il consigliere Domenico Rossi.

"La Regione ha preso atto e apprezzato la richiesta di rivedere in aumento le garanzie finanziarie da richiedere alle imprese autorizzate a svolgere attività di gestione dei rifiuti - ha commentato Besozzi - L’ammontare delle garanzie finanziarie da prestare è calcolato dalla Regione con parametri fissati da una delibera del 2000. Ma gli importi non corrispondono agli effettivi costi attuali degli interventi. Modificare la norma è indispensabile per evitare il ripetersi di altri problemi, come è stato per Ghemme dove la polizza escussa copre appena un sesto dell'importo necessario per la chiusura, anche in vista dell'esaurimento della discarica di Barengo prevista per fine 2017".

In merito a Ghemme, la Provincia ha ottenuto la calendarizzazione di un incontro a Palazzo Natta con i veritici regionali a cui saranno invitati il presidente del Consorzio e il presidente dell'assemblea dei sindaci Anna Tinivella, oltre ai primi cittadini che desidereranno intervenire.

"La Regione ha confermato la piena correttezza dell'iter procedurale seguito dalla Provincia - spiegano Besozzi e Cremona - raccogliendo le nostre preoccupazioni per la situazione ambientale e per la necessità di procedere immediatamente alle operazioni di chiusura senza attendere oltre. La titolarità degli interventi connessi alla gestione, chiusura e post gestione della discarica competono al Consorzio e finora non è arrivato nessun progetto per la gestione della chiusura, sebbene siano trascorsi quattro mesi dalla delibera dell’assemblea consortile dei 51 sindaci aderenti che lo impegnava a procedere".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento