Il Comitato No Amianto a Barengo incontra il presidente della Provincia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NovaraToday

Il Comitato No Amianto a Barengo ringrazia il presidente della Provincia Matteo Besozzi per aver tempestivamente accolto la proposta di incontro, che, in un clima di reciproca ascolto, si è tenuto lo scorso 16 luglio presso l’ufficio di presidenza.

I rappresentanti del Comitato hanno sottoposto all’attenzione del presidente tutte le proprie preoccupazioni circa la discarica di Barengo, ormai attiva da 25 anni, la cui autorizzazione è stata prorogata, in modo automatico per effetto di una legge recentemente promulgata, al 2020 senza l’avvio di un riesame e di una valutazione di impatto ambientale così come avvenuto invece nel 2010, quando era stato prescritto anche uno studio epidemiologico sulle popolazioni residenti nei paesi limitrofi, che riteniamo sarebbe doveroso aggiornare.

In attesa che venga definito il piano regionale rifiuti e le competenze dei nuovi Ato non rimane che navigare a vista, cercando per tempo di adottare soluzioni alternative alla discarica, volte a scongiurare una nuova emergenza, davanti alla quale l’ennesimo ampliamento dell’impianto di Barengo apparirebbe la soluzione più rapida e comoda.

Apprezziamo a tal riguardo il mandato attribuito dal presidente della Provincia ai presidenti dei Consorzi Basso e Medio Novarese, così come l’impegno assunto di convocare quanto prima sia un tavolo tecnico a cui far partecipare anche le associazioni rappresentanti del territorio, sia l’Osservatorio Provinciale Rifiuti. La partita sulla gestione dei rifiuti non può essere vinta senza un coinvolgimento di tutti i soggetti interessati, cittadini per primi.

Torna su
NovaraToday è in caricamento