Politica

Cinghiali, la Provincia lancia il decalogo per il contenimento

Agricoltori, cacciatori ed Enti locali insieme per limitare l'emergenza ungulati che interessa tutto il territorio

Immagine di repertorio

Prosegue l’impegno della Provincia per il contenimento dei cinghiali. Il tema è tra le priorità del consigliere Stefano Zanzola che ha avviato una serie di approfondimenti con le associazioni agricole, venatorie, ambientaliste e con i sindaci dei Comuni coinvolti.

"La Provincia dispone solamente di cinque agenti di Polizia per abbattimenti e controlli che sono impegnati anche per cave e bonifiche agrarie - spiega Zanzola -. Abbiamo quindi proposto un decalogo di interventi strutturali per affrontare il problema cinghiali coinvolgendo maggiormente le associazioni territoriali per la caccia. Parallelamente abbiamo individuato alcuni interventi immediati da sperimentare subito e sottoporre al Prefetto: rendere autonome le uscite per Atc e aziende faunistiche e chiedere alla Regione iniziative alternative all’abbattimento per sterilizzare gli animali".

Per quanto riguarda gli interventi strutturali, tra i più importanti, rendere autonoma l’attività di abbattimento dei proprietari dei fondi (anche con l’ausilio di selecontrollori) senza l’intervento diretto degli agenti di Polizia provinciale; la richiesta di modifiche legislative per dilatare il periodo di caccia in particolare dal 1 novembre al 31 gennaio per la caccia al cinghiale in forma vagante; l’eventuale coinvolgimento della Polizia municipale in azioni di coordinamento; l’ampliamento dell’orario attualmente previsto fissato a un’ora dopo il tramonto.

"L’obiettivo che ci siamo proposti - sottolinea Zanzola - è quello di conciliare le esigenze degli agricoltori, fortemente penalizzati dall’aumento degli ungulati, con le necessità dei cacciatori che diventano 'alleati' della Provincia per assicurare un controllo della specie rispettoso delle norme di legge, ma più efficace rispetto alla situazione attuale. Le iniziative della Provincia per migliorare radicalmente la situazione sono utili, ma non risolutive senza le modifiche legislative necessarie per una gestione armonica delle popolazioni di cinghiali".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinghiali, la Provincia lancia il decalogo per il contenimento

NovaraToday è in caricamento