Sicurezza stradale, Galli: il diritto all’informazione può salvare la vita

L’informazione è essenziale per garantire la sicurezza sulle strade e il deputato Daniele Galli attacca la gestione del sistema autostradale italiano, con un’interrogazione che riguarda in particolare le gallerie autostradali, carenti di copertura radio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NovaraToday

Dalla riunione del Consiglio Europeo del 14 e 15 dicembre 2001 a si è fatto poco o nulla riguardo la sicurezza delle autostrade italiane, e in particolare la copertura radio all'interno delle gallerie.

Si è garantita solo la copertura telefonica, ma nulla che riguardi il diritto di essere costantemente informati rispetto alle condizioni di traffico, di  incidente prossimo e di condizioni metereologiche. Uscire da una galleria e sapere di trovarsi una grandinata, un fondo ghiacciato o la coda di un incidente può voler dire salvarsi la vita. Per lunghi tratti del percorso autostradale italiano, e in quasi tutte le gallerie, c’è la cronica impossibilità di ricevere informazioni tramite le radio montate sulle autovetture, anche dai canali dedicati all'informazione  quali Ondaverde o Cciss Viaggiare Informati. 

Il diritto all’informazione è sancito dalla costituzione, e in questi casi può davvero salvare delle vite. Nell’ interrogazione, si chiede  al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti con quali mezzi e in quali tempi intenda acquisire, anche per il tramite dell'Anas e delle società di gestione, notizie sulle cause del mancato adeguamento tecnologico delle strutture viarie affidate allo loro gestione e sollecitarne l’adeguamento.

 

On. Daniele Galli

Torna su
NovaraToday è in caricamento