Dimissioni di Napolitano, Crippa (M5S): "Una storia già scritta"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NovaraToday

Una storia già scritta e ampiamente prevedibile perché già dal discorso del secondo insediamento di "Re Giorgio" si poteva immaginare come sarebbe finita. Lo stesso Napolitano dichiarò che avrebbe accettato (suo malgrado) nuovamente la prima carica dello Stato fino all’approvazione di una nuova legge elettorale e delle riforme che potessero permettere all’Italia di ripartire, o se avesse constatato che queste misure non fossero presenti nell’agenda di questa larghissima intesa. Siamo in questo secondo caso.

Di fatto Napolitano dall’inizio di questa legislatura non è stato altro che il garante di questa stralunata larga intesa tra Renzi e Berlusconi, e successivamente il sostenitore del famigerato "Patto del Nazareno", di cui ben pochi conoscono al momento i reali termini.

Un secondo mandato nato già frettolosamente, considerando che Napolitano è stato eletto alla 6^ votazione, di fatto nemmeno tentando a provare una vera intesa su un nome che non solo potesse essere condiviso dai più, ma che potesse realmente rappresentare il cambiamento necessario di rotta che il nostro paese prima o poi dovrà intraprendere se vorrà uscire dall’incertezza della crisi economica e della degradazione morale nella quale siamo immersi.

Ricordiamo ai cittadini Novaresi che Oscar Luigi Scalfaro, concittadino scomparso quasi 3 anni fa, fu eletto dopo ben 16 volte mentre per la conferma di Napolitano sono bastati 4 scrutini.

Solo 4 scrutini per riconfermare un personaggio che già al suo primo mandato si era caratterizzato per la pressochè totale impassibilità rispetto ad ogni porcata che finisse sulla sua scrivania, dal Lodo Alfano, allo Sblocca Trivelle, fino ad arrivare allo scudo fiscale tremontiano.

Insomma, con le dimissioni di Napolitano si chiude un’altra brutta pagina della storia italiana, ma forse prima della nomina del suo successore è meglio non esultare.

Al peggio non c’è mai fine....

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NovaraToday è in caricamento