'Ndrangheta in Piemonte: Roberto Rosso si dimette

L'assessore regionale finito in manette nell'ambito di un'operazione della guardia di finanza ha rassegnato le dimissioni da consigliere regionale e comunale

Foto da TorinoToday

Roberto Rosso, l'assessore regionale finito in manette per il reato di scambio elettorale politico mafioso, si è dimesso da consigliere regionale del Piemonte e da consigliere comunale di Torino.

L'operazione della guardia di finanza

Si tratta di una decisione personale, "maturata nella sua coscienza per il rispetto verso le Istituzioni e i cittadini", ha specificato il suo legale Giorgio Piazzese, che ha aggiunto: "Consapevole della propria totale estraneità alla criminalità organizzata, auspica che la vicenda sia trattata nelle competenti sedi giudiziarie, le sole dove può e deve trovare soluzione".

L'avvocato ha ulteriormente precisato che "Roberto Rosso non era obbligato a dimettersi, la sua è stata una scelta etica autonoma per senso di responsabilità politica".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento scontro fra auto e motocicletta: morto un centauro novarese

  • Stresa, si masturba davanti ai passanti: 26enne denunciato dai carabinieri

  • Incidente a Oleggio, ciclista investito da un'auto

  • Vco, si ribalta e rimane incastrata fra le lamiere dell’auto: persona ricoverata

  • Incidente a Casalino: schianto tra due auto sulla provinciale: tre feriti

  • Scontro tra un camion e un treno merci sui binari della Domodossola-Novara

Torna su
NovaraToday è in caricamento