rotate-mobile
Elezioni

Elezioni a Novara: De Grandis lascia Ncd e lancia una lista civica

Promotore del Comitato No Musa e del laboratorio di idee "Sveglia Novara", ha deciso di candidarsi alle prossime amministrative della città gaudenziana. De Grandis: "Stiamo lavorando ad un programma con i cittadini"

Promotore del Comitato No Musa e del laboratorio di idee "Sveglia Novara", Ivan De Grandis dice addio al Nuovo CentroDestra e dà vita ad una lista civica in vista delle prossime elezioni amministrative a Novara.

"Non riconoscendomi più da tempo nella linea dettata al Nuovo Centrodestra da Angelino Alfano - ha spiegato De Grandis - non posso che esprimere pubblicamente la mia incompatibilità verso posizioni sempre più appiattite sul Partito Democratico e lontane dallo spirito che ha animato la nascita di Ncd. Da mesi l’azione sul territorio è chiaramente incompatibile con le posizioni nazionali".

"Mi resta un profondo rispetto per i tanti esponenti e amici - ha aggiunto De Grandis - ma non posso trovarmi sempre in imbarazzo con gli elettori nello spiegare che a Novara siamo alternativi alla sinistra di Ballarè e a Roma i vertici stanno con Renzi. A Novara non solo siamo alternativi al Pd ma a questa amministrazione, come è noto, abbiamo fatto una guerra senza quartiere, e  proprio per questo bisogna dire basta a certe ambiguità".

"Il mio impegno politico, inteso proprio come servizio per la comunità, non si ferma qui - ha sottolineato De Grandis - anzi riparte con una nuova sfida. Infatti con tanti amici e cittadini siamo già al lavoro per un progetto civico decisamente alternativo alla sinistra, trasversale ai tanti mondi che Novara rappresenta. Sarà un libero contributo alla città per la quale mettiamo in campo entusiasmo e idee in vista della sfida del 2016".

E proprio in vista delle elezioni del prossimo anno, De Grandis abbandona le bandiere politiche e dà vita ad un progetto civico "con tutti coloro che vogliono impegnarsi per una città migliore. E stiamo già lavorando ad un programma con i cittadini, i cosiddetti esponenti della società civile, della cultura, del volontariato e dello sport".

Lo scopo dichiarato senza mezzi termini "è quello di fare numero, diventare un movimento civico che possa essere contenitore di riferimento per la società civile, attirando anche tutte quelle realtà che si stanno muovendo, per il momento, in maniera autonoma".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni a Novara: De Grandis lascia Ncd e lancia una lista civica

NovaraToday è in caricamento