Sabato, 20 Luglio 2024
Elezioni

Novara, il Gruppo Pdl: "Cerchiamo insieme l'alternativa a Ballarè"

I consiglieri di minoranza escono allo scoperto e lanciano una sfida al mondo del centrodestra novarese in vista delle elezioni comunali della prossima primavera

Un'assemblea costituente per discutere con tutte le anime del centrodestra e scegliere insieme, anche passando dalle primarie se necessario, il candidato sindaco per le prossime elezioni comunali. E' questa la sfida lanciata dai consiglieri di minoranza del Gruppo Pdl Riccardo Monteggia, Isabella Arnoldi, Raimondo Giuliano e Daniele Andretta.

"Vogliamo costruire insieme l'alternativa a Ballarè - hanno spiegato i 4 consiglieri comunali - e al centrosinistra, un candidato sindaco che non sia imposto e calato dall'alto ma scelto democraticamente". Perchè "oggi il rischio maggiore - ha annunciato Andretta - è il ballottaggio tra Pd e Movimento 5 Stelle, e la prospettiva peggiore per Novara e la rielezione di Ballarè".

Quello che contestano i consiglieri di minoranza è il metodo fin qui utilizzato dai partiti dell'area del centrodestra: "In questi giorni abbiamo assistito ad un rincorrersi di dichiarazioni sui futuri candidati al ruolo di sindaco della città di Novara da parte di alcuni partiti del centrodestra. Dichiarazioni e comunicati spesso confusi, contraddittori, che sono lo specchio di un drammatico vuoto di idee e contenuti. Si sono fatti nomi di candidati, che sono ovviamente persone degnissime, nessuna delle quali però riesce a superare i veti incrociati delle segreterie, con il rischio di compromettere seriamente l’esito finale delle elezioni, come già avvenuto in passato".

I 4 consiglieri rappresentano il gruppo di centrodestra più numeroso in Consiglio comunale, ed è anche per questo che hanno deciso di uscire allo scoperto e lanciare il loro messaggio: "Vogliamo confrontarci con chiunque abbia voglia di mettersi in gioco - ha spiegato Arnoldi - ma non siamo più disposti ad accettare i modi e i metodi fin qui utilizzati, perchè la città di Novara oggi ha bisogno di un'alternativa vera".

Nessuna lista civica in cantiere e nessun nome di un eventuale candidato sindaco, dunque, almeno per il momento: "Noi non partiamo da alcuna candidatura a sindaco di questa città. Con tutti coloro i quali intendono impegnarsi apriamo da questo momento una fase costituente ed assembleare con l’obiettivo di proporre un programma condiviso e partecipato e soltanto sulla base di questo costruire le future candidature. Ci rivolgiamo a tutti coloro i quali non si riconoscono più, come noi, negli schemi logori dei vecchi riti di partito, ma vogliono replicare anche a Novara modelli di governo vincenti, scaturiti dai bisogni delle città che li hanno espressi. La situazione emergenziale in cui versa la città di Novara richiede che si mettano in campo strumenti di confronto nuovi e noi da oggi lavoreremo per questo".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novara, il Gruppo Pdl: "Cerchiamo insieme l'alternativa a Ballarè"
NovaraToday è in caricamento