rotate-mobile
Sabato, 28 Gennaio 2023
Politica

Gioventù Italiana Novara: il 4 febbraio in "Marcia" con La Destra

Dalla sua pagina facebook il segretario provinciale novarese di Gioventù Italiana Ivan De Grandis invita i novaresi ad aderire alla manifestazione del partito di Storace che si terrà il prossimo mese a Roma

Gioventù Italiana Novara in trasferta a Roma per la "Marcia" di protesta.

Dalla sua pagina facebook il segretario provinciale novarese del movimento giovanile legato al partito La Destra di Francesco Storace ha espresso solidarietà alle numerose manifestazioni di protesta di questi giorni e invitato i novaresi ad aderire alla “Marcia” de La Destra, in programma a Roma il prossimo 4 febbraio.

"L'italia non può sopportare ancora questo governo. Un governo illegittimo - si legge nella nota di Ivan De Grandis - e imposto al popolo, mai votato e mai voluto dagli elettori. Non è il tempo di gesti estremi come quello dell'eroe Jan Palach, ma è il tempo che l'Italia risponda a chi sta mettendo il suo popolo in ginocchio. Tasse, aumenti del prezzo dei carburanti, liberalizzazioni selvagge... Ieri i carri armati, oggi lo spread, ieri l'Unione Sovietica, oggi Francia e Germania, ieri il sanguinoso comunismo, oggi la finanza... è ora di dire basta".

Quella in programma il 4 febbraio a Roma è una manifestazione di protesta contro il Governo di Mario Monti e contro i provvedimenti che sono stati presi negli ultimi mesi, provvedimenti che - secondo il partito di Storace - rischiano di rovinare la vita agli italiani.

"Il 4 Febbraio - continua la nota del giovane De Grandis - è l'occasione di tutto ill popolo italiano, dai lavoratori alle famiglie, dagli studenti ai pensionati... E' l'occasione degli uomini liberi di scendere in piazza, marciare a Roma e avere voce con La Destra, l'unica forza sociale nel panorama politico. Sono convinto che dopo la 'Primavera di Praga' si vada verso la 'Primavera d'Italia'".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gioventù Italiana Novara: il 4 febbraio in "Marcia" con La Destra

NovaraToday è in caricamento