Politica

Linea C gratuita, Lega: "La nostra amministrazione pensa al bene dei novaresi"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NovaraToday

Prendiamo atto che il gruppo consiliare del Pd novarese, in larghissima parte rappresentato da esponenti della scorsa giunta severamente bocciata dal responso elettorale dello scorso giugno, non abbia ancora smaltito la delusione per la sconfitta elettorale e non abbia ancora accettato il fatto che i novaresi abbiano scelto il cambiamento, dopo cinque anni di disastrosa amministrazione Ballarè. Prendiamo soprattutto atto del fatto che al bene della città, i consiglieri del Pd continuino a preferire il desiderio di mettersi in mostra, i personalismi. Solo così si spiega l’assurdo comunicato (ammettiamo di aver fatto passare qualche ora prima di commentarlo poiché fermamene convinti si trattasse di uno scherzo ma, evidentemente, non è così) di ieri in cui il (per fortuna di tutti) ex sindaco e i suoi rivendichino il merito del servizio di autobus domenicale gratuito. In pratica, semplificando il loro pensiero, siccome per un anno e mezzo hanno creato un enorme spreco di risorse con un servizio, quello della navetta del centro città, utilizzato da pochissimi utenti, è grazie a loro se oggi la nuova amministrazione ha potuto eliminare quello spreco convertendolo in un altro servizio che ci auguriamo possa essere più gradito e utile per i novaresi. Quel che è certo, già da ora, è che il nuovo servizio ha un costo enormemente più basso di quello inutile che è stato cancellato.

Tralasciando la logica contorta e priva di fondamento utilizzata da Ballarè e dai suoi, vanno fatte alcune considerazioni. In primo luogo, mentre la nostra amministrazione pensa al bene dei novaresi e porta avanti azioni concrete per rilanciare una città che ancora si lecca le ferite per i danni subiti nel quinquennio di sciagurata amministrazione da cui ha scelto di uscire a giugno, Ballarè si preoccupa solo della propria visibilità personale. Come d’altra parte ha sempre fatto, mettendo al primo posto sé stesso e fregandosene dei novaresi. Inoltre, il Pd continua a rivendicare i meriti e la paternità del piano Musa, quello, per intenderci, che ha messo in crisi le attività del centro storico e che ha danneggiato profondamente le casse di tantissime famiglie novaresi. E allora, una volta di più, diamo volentieri merito a Ballaré e ai suoi per aver creato il piano Musa… merito che evidentemente gli hanno riconosciuto anche i novaresi che a giugno lo hanno bocciato senza appello. A proposito di omissioni, perché il Pd non rivendica anche la decisione di togliere le corse dei pullman alla domenica? Forse perché è consapevole del danno e dei disagi generati a tantissimi novaresi, soprattutto delle fasce più deboli?

Ballaré si rassegni e faccia finalmente quello che non ha mai fatto dal 2011 a oggi: si confronti con la realtà, quella di una città che lui ha profondamente deluso e che è stufa del suo egocentrismo smisurato. Egocentrismo che, evidentemente, nemmeno la batosta elettorale è riuscita a incrinare. Pensino, lui e i suoi, a fare opposizione costruttiva come altre forze presenti in aula e delle quali abbiamo anche condiviso e approvato mozioni e istanze. Scelgano lui e il Pd se continuare a fare campagna elettorale sulla pelle dei novaresi o se, finalmente, sia arrivato il momento di dedicarsi ad ascoltare esigenze, bisogni e problemi di questi ultimi.

Noi, nel frattempo, continuiamo a lavorare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Linea C gratuita, Lega: "La nostra amministrazione pensa al bene dei novaresi"

NovaraToday è in caricamento