Ncd, De Grandis: "Ballarè basta degrado e zone franche!"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NovaraToday

Ripetiamo da mesi che la città di Novara è allo sbando, con un degrado dilagante senza fine al quale chi governa non sa dare risposte concrete e di vero contrasto.

Sono sempre di più i cittadini che ogni giorno attraverso il mio blog, i più comuni social network o direttamente sul mio numero di cellulare personale - sempre a disposizione - mi segnalano praticamente di tutto. Novara sembra una città in declino e i novaresi sono sempre più insofferenti verso una situazione che si può riassumere solo con una parola: inciviltà.

Dopo le segnalazioni dei cittadini, mi sono recato personalmente sul posto, che si trova nel quartiere di San Rocco, in fondo a via Gibellini, sotto il ponte dell'alta velocità.

Mi sono trovato di fronte una vera e propria zona franca senza regole dove si trova di tutto: da preservativi e assorbenti usati a frigoriferi abbandonati, da copertoni a piatti rotti, da carbonella e griglia - assurdo pensare che qualcuno abbia banchettato in quello schifo! - a vetri rotti.

Il livello di degrado raggiunto sotto l'amministrazione Ballarè ha abbondantemente superato il livello di guardia. Chiedo dunque all'amministrazione comunale di dare uno stop a questa ennesima discarica a cielo aperto e di affrettarsi a bonificare quella che è un'area senza controllo dove può capitare di tutto, vicinissima ai campi coltivati.

Inoltre sarebbe ora che il Comune si attivasse per un vero contrasto del degrado cittadino senza annunci e spot ma con fatti concreti!

I più letti
Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NovaraToday è in caricamento