Ncd, Parco Gobetti: storia infinita di un tombino rotto

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NovaraToday

Viste le segnalazioni di molti cittadini riguardanti un tombino aperto da diversi mesi nel parchetto di via Gobetti, quartiere Sant'Andrea, sono andato a verificare personalmente.

La botola, pericolosamente scoperchiata da diverso tempo, aveva già richiamato l’attenzione di molte persone che avevano deciso di denunciare la situazione, ma l'unico "intervento", se così si può definire, è stato quello di mettere una transenna che ora è evidentemente arrugginita per la lunga esposizione. Eppure all'ingresso del parco - che alcuni residenti mi dicono mal frequentato in certe ore del giorno e della notte - c'è un bel cartello colorato e ben chiaro che dice: "OCCHIO AL PARCO. NON PERDIAMO MAI DI VISTA I PARCHI CITTADINI. IN QUESTO PARCO C'E' UN SERVIZIO DI VIGILANZA DIURNA E NOTTURNA CON AGENTI IN BORGHESE", con il logo del Comune a fare bella mostra. Il punto, tuttavia, è un altro. Il tombino, infatti, si troverebbe in quello stato da tempo immemore.

"Qui non si parla di mesi, ma di anni", mi ha spiegato un cittadino indignato che ho incontrato sul posto. "E il punto - mi ha precisato un'altra signora - è che nonostante le segnalazioni fatte a chi di dovere e polizia municipale, nulla è mai cambiato".

Qualcuno poi, nei giorni scorsi, aveva riproposto ancora una volta la problematica annosa del tombino scoperto direttamente al Sindaco Ballarè sulla sua pagina Facebook, ma probabilmente il primo cittadino sarà troppo impegnato per dare una accelerata per risolvere la situazione che non pare poi così complicata da affrontare. Oppure aspetta di arrivare con "Strada per Strada" per dare l'idea ai media di aver posto rimedio grazie alla sua passeggiata pre-elettorale per la città?

Quello che chiedo, dando voce ai cittadini, è di intervenire per rimettere finalmente in sicurezza un'area evidentemente trascurata che ha aspettato fin troppo. Dove panchine rotte, campo da basket rovinato, cestini mancanti e cartacce sono sintomo evidentemente di incuria ma il caso di questo tombino è diventato il vero emblema del menefreghismo!

Torna su
NovaraToday è in caricamento