Regione e Atc firmano protocollo per la certificazione dei bilanci

L'assessore Ferrari: "La Regione ritiene strategica una revisione straordinaria dei residui attivi e passivi iscritti a bilancio delle Atc"

La Regione Piemonte e le Agenzie territoriali per la casa (Atc) hanno siglato un protocollo di intesa che impegna le 3 Atc piemontesi ad operare un'analisi dei rispettivi bilanci per giungere ad una certificazione dei crediti e dei debiti.

L'accordo è stato firmato dall'assessore regionale alle Casa Augusto Ferrari e dai presidenti delle 3 Atc: Marcello Mazzù (At del Piemonte Centrale), Giuseppe Genoni(Atc del Piemonte Nord) e Marco Balossino (Atc del Piemonte Sud).

"La Regione - ha spiegato l'assessore Ferrari - ritiene strategica, anche alla luce delle più recenti normative in materia di contabilità pubblica, una revisione straordinaria dei residui attivi e passivi iscritti a bilancio delle Atc che hanno raggiunto, nel corso degli anni, dimensioni considerevoli in rapporto al giro d'affari delle Agenzie. Questo Protocollo rappresenta un ulteriore segno della stretta collaborazione tra la Regione e le 3 Atc, in linea con gli obiettivi previsti dalla riorganizzazione".

"Le Atc, ciascuna per quanto di propria competenza - ha aggiunto Ferrari - avviano, nella forma ritenuta più opportuna tra quelle previste dalla normativa in materia, una procedura finalizzata alla revisione straordinaria dei residui attivi e passivi, mediante affidamento, anche congiunto, di tale incarico ad una società di revisione o ad un professionista in possesso dei requisiti o con l'utilizzo della propria struttura. La revisione straordinaria deve concludersi entro il 31 dicembre 2015 o, comunque, prima dell'approvazione del bilancio provvisorio dell'Atc relativo all'esercizio finanziario 2016".

"Abbiamo voluto dare concretezza alla parola trasparenza - ha commentato il presidente dell'Atc del Piemonte Nord Genoni -. Un controllo straordinario, autorevole e professionale, segna la volontà di confrontarci seriamente e dare alla gestione efficienza e qualità, senza mai prescindere dai fatti e dalla realtà: questo noi intendiamo per responsabilità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: cosa cambia per i novaresi

  • Coronavirus, da domenica il Piemonte è zona arancione: cosa è consentito fare

  • Novara, aereo vola basso sulla città: ecco il perchè

  • Coronavirus, Cirio: "Per l'1 o il 3 dicembre il Piemonte sarà in zona arancione"

  • Bambino di 4 anni colpito al volto dal calcio di un cavallo

  • Coronavirus, nuova ordinanza del ministro Speranza: il Piemonte passa in zona arancione

Torna su
NovaraToday è in caricamento