rotate-mobile
Sabato, 4 Febbraio 2023
Politica

Salviamo i nostri Marò: chiedevamo solo un tricolore...

I consiglieri di minoranza del Comune di Trecate discutono in merito alla mozione di solidarietà ai due marò italiani arrestati in India, presentata nel Consiglio comunale del 3 aprile

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NovaraToday

Il 3 Aprile scorso, a seguito di una seduta fiume del Consiglio comunale di oltre sei ore, è stato dibattuta all’ultimo punto dell’ordine del giorno la mozione di solidarietà ai due marò italiani, Massimiliano La Torre e Salvatore Girone, arrestati nelle settimane scorse dalle Autorità indiane.

Mentre non solo la Regione Piemonte e la Provincia di Novara, ma sopratutto molti Enti locali in tutta Italia e di tutti i colori politici - dalla Roma di Alemanno alla Torino di Fassino - hanno ritenuto opportuno esprimere la propria vicinanza ai due militari, purtroppo a Trecate non è avvenuto nulla di simile.

Una stringata e asettica dichiarazione letta dal capogruppo del Partito Democratico a nome dell’intera maggioranza: questo è il massimo a cui può arrivare l’amministrazione di Ruggerone. Ci verrebbe da pensare che non ci sarebbe stata neppure quella, senza la nostra mozione.

Abbiamo impegnato venti giorni di contatti ripetuti e inconcludenti, rimandati in maniera quasi ridicola da un consigliere all’altro, per accertare l’assenza di volontà da parte della sinistra trecatese di assumere una posizione condivisa su questa triste vicenda. E così si è conclusa: nelle stesse ore in cui i nostri due connazionali si rifiutavano di rispondere alle domande della polizia indiana che li interrogava, affermando di non riconoscerne la giurisdizione in questa vicenda, la maggioranza di sinistra che governa Trecate rigettava la mozione da noi proposta, che chiedeva al sindaco di esporre un manifesto rappresentante i due marò sulla facciata del palazzo municipale.

Lungi da noi voler strumentalizzare politicamente una vicenda così delicata che riguarda due persone al servizio della propria patria: ma non possiamo non ricordare come le amministrazioni che non hanno accolto analoghi appelli di esporre un manifesto o un tricolore sono purtroppo del medesimo colore politico: Ballaré a Novara, Pisapia a Milano, per fare due esempi a noi vicini.

A Trecate, in questo indegno accostamento, abbiamo l’amministrazione Ruggerone: quegli stessi amministratori che per anni hanno lasciato penzolare uno straccetto colorato dalla finestra del sindaco si sono rifiutati invece di esporre il Tricolore, un simbolo che non rappresenta alcuna parte ma tutta la nostra Nazione e ne rappresenta i valori condivisi.

I Consiglieri Comunali del Popolo della Libertà
Andrea Crivelli - Federico Binatti
Giorgio Capoccia - Tiziano Casellino

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salviamo i nostri Marò: chiedevamo solo un tricolore...

NovaraToday è in caricamento