menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di archivio

Foto di archivio

Oral Cancer Day: a Novara visite odontoiatriche gratuite in ospedale

Sabato 5 maggio, dalle 9 alle 13, gli ambulatori della struttura Odontoiatria resteranno aperti ed il personale accoglierà coloro che vorranno sottoporsi ad un controllo

Sabato 5 maggio l’Andi (Associazione nazionale dentisti italiani), organizza la dodicesima edizione dell'Oral Cancer day, per diffondere la cultura della prevenzione e in particolare della diagnosi precoce. La manifestazione che si prefigge di sensibilizzare la popolazione nei confronti di questa neoplasia ed in generale di tutte le patologie del cavo orale, coinvolge i dentisti soci dell’Andi.

Anche l'ospedale Maggiore di Novara aderisce all’iniziativa che si svolgerà presso la struttura complessa a direzione universitaria di Odontoiatria, diretta dal professor Pier Luigi Foglio Bonda. Sabato 5 maggio, infatti, dalle 9 alle 13, gli ambulatori della struttura di Odontoiatria presso la sede di staccata in viale Piazza d’Armi 1 rimarranno aperti, ed il personale accoglierà tutti coloro che vorranno
sottoporsi gratuitamente ad una visita odontoiatrica, finalizzata al rilevamento di lesioni orali. La visita sarà ad accesso libero, senza alcuna impegnativa.

Il professor Mario Migliario, dirigente medico della struttura, docente universitario e socio Andi, sottoporrà gli intervenuti ad un esame obiettivo del cavo orale, mentre alcuni soci Andi ed alcuni studenti del corso di studi in Igiene dentale istruiranno all’osservanza di elementari regole di prevenzione delle neoplasie orali e forniranno indicazioni riguardo all’importanza dell’adozione di uno stile di vita sano che preveda una dieta adeguata, dell’astensione dal fumo e dall’alcol, dell’esecuzione di una corretta igiene orale domiciliare e dell’esecuzione di periodiche visite di controllo della bocca e sedute di igienizzazione professionale del cavo orale. L’esame obiettivo completo del cavo orale sarà preceduto dalla raccolta di tutte le informazioni che permettono di evidenziare potenziali fattori di rischio coinvolti nell’insorgenza delle patologie della bocca. La visita comporterà l’esplorazione sistematica della mucosa orale, delle labbra, della cute e dei linfonodi della regione periorale e del collo, delle articolazioni temporo-mandibolari. Ogni eventuale anomalia sarà segnalata al
paziente che, se acconsentirà, sarà immediatamente inserito in un programma di screening per giungere nel minor tempo possibile ad una diagnosi mediante esecuzione di esami di secondo livello.

Il cavo orale, esposto a numerosi stimoli, può essere infatti interessato da diverse lesioni ad insorgenza locale, a carico sia dei tessuti molli che duri, o da manifestazioni orali di affezioni sistemiche e può essere anche sede di neoplasie maligne tra cui il cancro orale (oral cancer), altamente invasivo e invalidante. Le zone considerate maggiormente a rischio per l’insorgenza delle neoplasie sono il pavimento orale, la porzione ventro-laterale della lingua, il palato molle e la regione tonsillare. La neoplasia, che può presentarsi come una zona ulcerata, un’escrescenza o una massa più o meno dura localizzata nei tessuti molli, rappresenta nel mondo circa il 6-10% delle patologie maligne, con una prevalenza del 10% negli uomini e del 4% nelle donne.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, a Novara apre un nuovo centro vaccinale

Attualità

Coronavirus, da oggi Novara e il Piemonte in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento