social

Blue Monday: che cos'è e com'è nato il giorno più triste dell'anno

Oggi, lunedì 18 gennaio, ricorre il Blue Monday, il giorno più triste dell'anno, nato da un'equazione di uno psicologo dell'Università di Cardiff

Foto di repertorio

Di tradizione anglosassone, il Blue Monday nasce da un'equazione elaborata dallo psicologo Cliff Arnall dell'Università di Cardiff, in grado di individuare il giorno con il più alto fattore di depressione: il terzo lunedì del mese di gennaio, ovvero oggi 18 gennaio 2021. 

Lo psicologo dichiarò di avere escogitato la data per aiutare le compagnie di viaggio ad analizzare la tendenza dei loro clienti, più inclini a prenotare viaggi se di cattivo umore. I fattori da lui considerati furono:

  • le condizioni meteorologiche
  • la capacità di fronteggiare i debiti accumulati
  • il tempo trascorso dal Natale
  • il fallimento dei propositi che si erano prefissati con l'inizio del nuovo anno
  • i bassi livelli di motivazione
  • la sensazione di una necessità di agire

Non esiste, tuttavia, alcuna evidenza scientifica circa la reale esistenza del Blue Monday, che fece la sua comparsa per la prima volta nel 2005, in un comunicato stampa del canale televisivo britannico Sky Travel. Il medico e divulgatore britannico Ben Goldacre ne criticò infatti da subito la mancanza di senso matematico dei termini dell'equazione.

Una strategia di marketing ben riuscita, quindi, diventata una ricorrenza molto sentita, che continua ad avere successo e a fare trend topic sui social network!

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blue Monday: che cos'è e com'è nato il giorno più triste dell'anno

NovaraToday è in caricamento