Lunedì, 25 Ottobre 2021
social

Giornata mondiale del libro: dati positivi per l'editoria italiana

Nei primi tre mesi del 2021 la vendita di libri è cresciuta di quasi il 30%, un dato incoraggiante per l'editoria italiana

Il 23 aprile è la giornata mondiale dedicata al libro e ai diritti d'autore, patrocinata dall'Unesco per promuovere la lettura, la pubblicazione dei libri e la protezione della proprietà intellettuale.

I dati provenienti dal settore dell'editoria italiana sono finalmente incoraggianti. Durante i primi tre mesi del 2021, infatti, la vendita dei libri ha subito un incremento di quasi il 30%, nonostante la crisi economica innescata dalla pandemia. L'Associazione degli Editori Indipendenti riporta che, nel primo trimestre di quest'anno, sono stati venduti 22,8 milioni di libri, il 29,8% in più rispetto allo stesso periodo del 2020, di questi il 91% degli acquisti è avvenuto online. Il ramo dell'editoria indipendente è invece cresciuto del 34%, una cifra superiore alla media di mercato. 

«Questi dati confermano la bontà delle politiche di sostegno al settore proposte da tutta la filiera del libro unita - l'Associazione Italiana Bibliotecari, Aie, Associazione Librai Italiani - e messe in atto nel 2020 da Governo e Parlamento. Ci riferiamo in particolare al sostegno della domanda tramite 18App, la Carta Famiglia e il finanziamento degli acquisti delle biblioteche nelle librerie di prossimità. Tutte misure che chiediamo siano confermate e stabilizzate», ha dichiarato il presidente dell’Aie, Ricardo Franco Levi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata mondiale del libro: dati positivi per l'editoria italiana

NovaraToday è in caricamento