rotate-mobile
social

Il Grand Tour del Lago d'Orta: turismo "slow" tra natura e cultura

Alla scoperta del cammino escursionistico ed enogastronomico che abbraccia il lago più romantico d'Italia

Lago d'Orta

Il Grand Tour del Lago d'Orta è il percorso escursionistico, culturale ed enogastronomico che abbraccia l'incantevole Lago d'Orta e il suo comprensorio, offrendo un'esperienza turistica "slow" a misura di territorio. Con 115 km di sentieri suddivisi in 5 tappe tematiche, questo cammino invita i visitatori a esplorare la natura, la storia e i tesori artistici attorno a uno dei laghi più romantici d'Italia.

Il percorso

Dal litorale lacustre ai boschi delle colline circostanti, attraverso torrenti, vigneti e borghi secolari, il Grand Tour attraversa 22 comuni con un dislivello complessivo di 3.290 metri. La sua realizzazione è stata resa possibile grazie al coinvolgimento di oltre 150 volontari per la tracciatura e la realizzazione del percorso, affiancati da 30 "custodi" attivi nel monitoraggio e nella manutenzione dei sentieri.

Per agevolare i camminatori, sono state create 5 bacheche informative all'inizio di ogni tappa e una segnaletica approvata dalla Regione Piemonte. Lungo il percorso, adesivi rossi e bianchi con la sagoma azzurra del Lago d'Orta e il nome del cammino, insieme a un QR code, guidano i viaggiatori. Il sito www.grandtourlagodorta.it fornisce informazioni sulle tappe, mappe e tracce GPS scaricabili in formato GPX. Una brochure gratuita è disponibile presso le strutture del territorio.

Il Passpartour, un passaporto dedicato ai camminatori, consente loro di raccogliere timbri delle tappe, annotare pensieri e ricordi di viaggio e contribuire al mantenimento del cammino attraverso donazioni. 

Pella

Sostenitori e prospettive future

Il progetto è promosso dall'associazione Sportway APS e dall'Ecomuseo del Lago d'Orta e Mottarone, con il coinvolgimento di istituzioni, associazioni e produttori locali. Cinque aziende locali, VA Albertoni, Palzola, Canottieri, Fantini Rubinetti e Cimberio, hanno sponsorizzato e adottato una tappa del cammino. Il Grand Tour del Lago d'Orta è sostenuto anche dalla Fondazione Cavaliere del Lavoro Giacomini, che assume il ruolo di custode del progetto. Anche la Provincia di Novara, il Distretto Turistico dei Laghi e l'Unione Turistica del Lago d'Orta offrono il loro sostegno. Il percorso, nato da un invito a collaborare nell'autunno 2021, rappresenta uno sviluppo strategico per la valorizzazione del territorio, promuovendo un turismo lento e sostenibile.

Un viaggio nel tempo e nella bellezza del Lago d'Orta

Ispirato ai grandi tour del passato che hanno affascinato letterati, artisti e aristocratici europei, il Grand Tour del Lago d'Orta offre un'esperienza unica di scoperta di se stessi e del territorio. Camminando lentamente, i visitatori possono immergersi nella natura, nella cultura, nell'arte e nella vita locale di questa affascinante regione, contribuendo al tempo stesso alla sua tutela e promozione.

“Il Grand Tour del Lago d'Orta è un nuovo cammino che permette di collegare tutti i sentieri già esistenti per riunire tutta l'offerta turistica - spiega Federico Peretti, vicepresidente di Sportway - Da Maggiora e Borgomanero lungo la Valle dell'Agogna permette di raggiungere Bolzano e Ameno, per poi scendere verso Omegna fino a Ornavasso, punto più a nord del cammino, per poi passare alla sponda opposta e raggiungere nuovamente Borgomanero. Il nostro obiettivo è ora aprirlo a quanti più camminatori possibili, che possono avvalersi della cartellonistica dedicata e dei GPX scaricabili dal sito." 

Continua a leggere su NovaraToday
Seguici anche su Facebook e sul nostro canale WhatsApp

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Grand Tour del Lago d'Orta: turismo "slow" tra natura e cultura

NovaraToday è in caricamento