rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Sport

Novara-Brescia 1-2 | Rubino da record, ma non basta

A nulla è servito il super gol capitan Rubinbo che è riuscito a scaldare il Piola per venti minuti. Segnano Caracciolo e Grossi. il Brescia sempe più ai play off, il Novara invece alla retrocessione in Lega Pro

IL MATCH – Al 14’ Lazzari recupera palla da un calcio d'angolo degli ospiti, salta gli avversari e fa un traversone per Sansovini, ma è disturbato e non riesce a servire bene il compagno, così l’azione si perde. Al 18’ altro traversone per Lazzari, ma questa volta viene fermato con un colpo di testa di Paci che manda fuori. Il primo vero tiro in porta arriva solo al 28’ con Sansovini che ci prova di prima dalla trequarti, ma il pallone esce di molto sopra la traversa. Al 35’ Manconi si lancia per segnare, ma viene anticipato da Cragno. Un minuto dopo è sempre il portiere ospite a respingere un tiro di Sansovini. Buon corner allo scadere del primo tempo per il Novara, ma il portiere anticipa tutti e nel men che non si dica il gioco si sposta nell’area opposta dove Caracciolo riesce a segnare con facilità, lui, il calciatore che con la casacca azzurra non segnava mai (eccetto contro l’Inter) riesce ad insaccare proprio al Piola. Andare negli spogliatoi sotto di un gol preso allo scadere non ha certo aiutato ad incoraggiare gli Azzurri.

Nel secondo tempo la pioggia cade fitta, gli Azzurri aprono il campo con determinazione, ma vengono freddati una seconda volta. Al 58’ da corner ospite ci pensa Grossi a fare il gol del 2-0 e mettere ko gli uomini di Calori ed ammutolire gli spalti del Piola. Al 62’ Pesce ci prova con un timido tiro a volo, ma Cragno pare a due mani senza problemi. Esce Sansovini ed entra Rubino che in meno di un minuto riesce a segnare. Come è nelle sue caratteristiche lotta sul pallone, non molla fino alla fine, ci crede e la mette dentro. Il Piola va in delirio, lo speaker urla “Leggenda, leggenda!”. Un minuto dopo Calori mette in campo anche Gonzalez, questa volta partito tra le riserve visti gli scarsi risultati del girone d'andata nonostante la grande fiducia datagli. La partita volge al termine, il Novara attacca, il Brescia cerca di perdere tempo. Al Piola in curva sono più le rondinelle che non smettono mai di incoraggiare i loro beniamini senza dimenticare di fare un coro anche per mister Calori.

TABELLINO NOVARA – BRESCIA 1-2:

NOVARA: Kosicky, Golubovic, Perticone, Vicari, Lambrughi, Rigoni, Faragò, Pesce, Lazzari, Sansovini, Manconi. All. Calori

BRESCIA: Cragno, Paci, Coletti, Di Cesare, Mandorlini, Budel (39’ Olivera), Grossi, Scaglia, Sodinha, Caracciolo. All.: Bergodi

Marcatori: 46’Caracciolo, 59' Grossi, 67' Rubino (N)

LE PAGELLE

DICHIARAZIONI POST GARA:

Calori - Mi dispiace perché secondo me si era partiti con un buon atteggiamento, ma bisogna essere lucidi. Se giochi devi fare gol. Dovevamo chiuder prima l’azione e non permettere la ripartenza che ci è costata il gol. Oggi ho visto una squadra che ci ha provato, che ha cercato di portare a casa il risultato, questa deve essere una costante ed eliminare quelle ingenuità che spesso ci caratterizzano. Lo spirito è buono, io vedo come si comportano questi ragazzi. E’ un momento in cui bisogna stare insieme tutti, bisogna voler bene l Novara, bisogna lottare sempre insieme, io ho sentito brutte cose.

Bergodi - Vittoria importantissima, ora siamo dentro alla zona dei play off, è una classifica molto corta che ci permette di sognare, ma dobbiamo essere umili. Il Novara ci ha messo in difficoltà nel primo tempo, ma nel secondo abbiamo fatto bene senza fare nulla di trascendentale. Calori ha davanti signor giocatori, quando tutti saranno al meglio potrà ottenere buoni risultati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novara-Brescia 1-2 | Rubino da record, ma non basta

NovaraToday è in caricamento