menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Uno scatto pre partita

Uno scatto pre partita

Azzurra Hockey: netta sconfitta fra le mura di casa contro Cremona

Il prossimo appuntamento è fra due settimane con il derby con Vercelli

Netto ko per l'Azzurra Hockey. Il sodalizio novarese è sceso in campo ieri sera, sabato 20 febbraio, fra le mura di casa del Dal Lago, rimediando una sconfitta 2-5 contro Cremona. 

Gli azzurri pagano a caro prezzo l’imprecisione in avanti dei suoi e qualche errore di troppo nella fase difensiva; gli ospiti invece hanno capitalizzato al meglio l’andamento di un match che in alcuni frangenti li ha visti ‘alle corde’ per i continui e pressanti attacchi di Mastropasqua e soci. La sfida inizia con coach Battistella che manda in campo: Marcon, Mastropasqua, Camporese, Reyes e Mele; per Cremona mister Civa opta per: Dimone (il migliore dei suoi), Cervi, capitan Siberiani, Beati e Pochettino, che saranno i mattatori della sfida in quanto autori rispettivamente di una doppietta e di una tripletta.

Non passano nemmeno 90” e Cremona è in vantaggio proprio con Pochettino, che si ripete al 9’ e al 15’ fallisce il penalty del possibile 0-3. L’Azzurra si sveglia dal torpore e comincia a macinare gioco, ma la palla non ne vuole sapere di entrare anche per le belle parate di Dimone.

Nella ripresa i padroni di casa sembrano entrare in campo con maggiore verve, approfittando anche della ‘panchina corta’ di Cremona. Al 3’ Reyes fallisce il penalty, poco dopo Mele sempre dal dischetto realizza l’1-2. L’Azzurra pare essere in grado di pareggiare i conti, ma un uno-due terribile di Beati e Pochettino al 12’ nel giro di 15 secondi (!) porta Cremona incredibilmente sull’1-4. Partita finita? Assolutamente no, visto che Mastropasqua al 15’ rimette in carreggiata i suoi e fissa il risultato sul 2-4 con una bella conclusione. La sfida diventa un autentico assedio dei novaresi verso la porta; peccato per i vani tentativi di Civa, Reyes e Mele; Camporese al 22’ fallisce un penalty e nel finale in una classica azione di contropiede Beato realizza il 2-5 definitivo.

Non è stata una settimana facile – commenta a fine gara Mastropasqua – visto che venivamo dalla mazzata di Pordenone (pareggio a pochi decimi di secondo dalla fine su rigore inesistente per i friulani). Ma posso dire che non abbiamo alcuna voglia di mollare e intendiamo impegnarci e scendere in campo dando sempre il 101% delle nostre possibilità”.

La settimana prossima l’Azzurra non gioca; si riprende il 6 marzo a Vercelli in un derby da ‘mission impossible’, visto che l’Engas è saldamente al comando della classifica con 46 punti (15 vittorie, 1 pareggio e 0 sconfitte) contro i 6 punti dei novaresi (penultimi davanti al solo Seregno e a 5 lunghezze dalla coppia Montebello-Pordenone). Gli azzurri torneranno invece al Pala Dal Lago il 13 marzo per affrontare il Trissino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento